volley, pallavolo maschile serie A1, campionato di pallavolo A1, Coppa Italia pallavolo maschile, regular season volley A1

volley, pallavolo maschile serie A1, campionato di pallavolo A1, Coppa Italia pallavolo maschile, regular season volley A1

ITA  -  ENG

Wall Street Istitute
La versione in inglese del sito ufficiale di Pallavolo Modena è tradotto da Wall Street Institute.
Sedi: Modena-Sassuolo





Unipolsai

Banca popolare dell'Emilia Romagna

Europar

Light Service

Tempor

Tempor

Macron



Galvani

Bulloneria Emiliana

Ristorante Da Noi

Mikasa





il volley serie A1 a Modena. La squadra di volley maschile in serie A1 impegnata nel campionato. Partite regular season A1 maschile, piazzamenti e classifica in campionato. La squadra di pallavolo maschile di Modena. Scudetti e trofei vinti dalla squadra di volley maschile di Modena




In evidenza
14.12.2014 - Modena Volley - Top Volley Latina 3-0: record Panini '85-86 uguagliato!
MODENA VOLLEY – TOP VOLLEY LATINA 3-0
Parziali: 25-20, 25-19, 25-18
Durata Parziali: 27, 28, 22. Tot.: 1h 17’

Volley Modena: Kovacevic 13, Piano 7, Vettori 10, Ngapeth 16, Verhees 7, Bruno 6; Rossini (L), Boninfante, Casadei. N.e: Sala, Petric, Donadio (L), Ishikawa. All. Lorenzetti
Top Volley Latina: Rauwerdink 9, Rossi 3, Sottile, Urnaut 7, van de Voorde 7, Starovic 8; Manià (L), Skrimov 3, Semenzato 1. N.e: Pellegrino, Tailli, Davis. All. Blengini

ARBITRI: Sampaolo, Satanassi

Spettatori 2723 per un incasso di 24 mila euro

Modena: battute vincenti 4, battute sbagliate 11, muri 11, errori 15, attacco 57%.
Latina: battute vincenti 1, battute sbagliate 10, muri 6, errori 14, attacco 42%.

MVP: Kovacevic

Modena Volley batte Latina ed entra nella storia con la nona vittoria consecutiva e otto 3-0, eguagliando la Panini 85/86 di Velasco
I gialli restano in vetta alla classifica, portano a 27 il numero di set vinti consecutivamente e sono matematicamente nelle prime quattro del girone d’andata: il 6 gennaio, quarti di Coppa Italia al PalaPanini


Modena vince la nona gara su nove, porta a 8 il numero di 3-0 consecutivi eguagliando il record della Panini 85/86 di Velasco e conquista la matematica certezza di essere nei primi 4 posti del girone d’andata, che significa giocare al PalaPanini il quarto di finale di Coppa Italia.
Parte il match ed è l’equilibrio a farla da padrone con i liberi Rossini e Manià autori di grandi difese. Starovic ottimamente servito da Sottile sul 5-6, poi è il muro di Piano a colpire per il 7-5. Modena macina gioca e Bruno libera Kovacevic per il 9-6, poi è il centrale potino Rossi a mettere palla a terra. Si va a timeout sul 12-9, con attacco di Vettori e la mancata difesa di un Arnaut comunque sempre micidiale in attacco. Latina si ritrova dopo un breve break ed è Rauwerdink a metter giù l’11-13. Starovic picchia forte per il 16-12, Piano risponde con un grande primo tempo. Grande palla di Verhees che fa 3 su 3 e porta i geminiani sul 19-16. Ngapeth risponde ad un ottimo Van De Voorde, 21-18 e time out chiesto da Blengini. L’ace di Bruninho porta Modena 23-18. Ngapeth chiude il set dopo una bordata al servizio di Casadei entrato per Kovacevic.
Il secondo parziale inizia con Latina scatenata con un grande Rauwerdink. Ngapeth picchia per il 7-6, Starovic riponde per il 7 pari, è grande volley al PalaPanini. Il match è atteso anche sottorete e l’arbitro Sampaolo richiama a sé i capitani Bruno e Sottile. Starovic picchia forte sul muro e porta il match sul 10-10. Starovic picchia fuori e Modena va sul 15-13 poi è Verhees a fare il 16-13, a seguire l’ace di Ngapeth ed il giallo a capitan Bruninho da parte dell’arbitro. La partita è infuocata, anche sugli spalti gremiti del PalaPanini. Kovacevic con una bella parallela risponde a Rossi, 20-16, e poi mette giù il 21-16. Muro di Vettori: 23-18, Ngapeth spara, 24-18, lo stesso francese chiude il set 25-19.
Il terzo set si apre sotto il segno di Ngapeth con Latina in difficoltà, 4-0. Starovic mette giù una palla difficile, Vettori risponde, 6-3, poi c’è l’ace di Ngapeth. Grande muro di Rossi su Vettori, poi è Piano a murare Starovic, Modena vola sull’ 11-5, si va al time out tecnico sul 12 a 6. Verhees mura a uno il connazionale Van De Voorde, 14-8. Manià fa un miracolo in difesa, Vettori mette giù il punto successivo, è 15-10. Modena prende il largo con un grande Kovacevic e la regia di Bruno e si va sul 21-13. Grande palla di Arnaut, 22-15. Modena non si ferma ed Ngapeth firma il 25-18 che significa molto più di una vittoria.

Lorenzetti: “Faccio i complimenti ai miei ragazzi, era una partita difficile, contro una squadra che gioca una grande pallavolo. E’ iniziato un ciclo molto intenso che ci porterà a giocare tanti match importanti ravvicinati. Questo gruppo sta facendo grandi cose e sono contento che anche questa settimana la gara sia stata preparata bene. Il record della Panini 85/86 eguagliato con gli 8 tre a zero? Un onore, significa che chi verrà a giocare a Modena si ricorderà anche di noi, e non è cosa da poco”


Blengini: “Faccio grandi complimenti a Modena ed a Lorenzetti che sta facendo qualcosa di molto importante. La squadra poteva sicuramente fare di più, nel terzo set in particolare ci siamo lasciati un po’ andare, ora occorre ripartire subito e lavorare sodo in vista dei prossimi impegni”

(nella foto: Uros Kovacevic, mvp dell'incontro)

Archivio


Notizie
08.12.2014 - Modena Volley - Altotevere Città di Castello Sansepolcro 3-0: Modena torna in vetta!


Modena Volley batte Altotevere Città di Castello Sansepolcro con un (altro) perentorio 3-0, i gialli restano ancora soli in vetta alla classifica! E i 3-0 consecutivi sono sette!

Modena Volley - Altotevere Città di Castello Sansepolcro 3-0
Parziali: 25-19, 25-11, 25-21
Durata Parziali: 25', 21', 27'. Tot.: 1h13’

MODENA VOLLEY: Bruno 3, Vettori 12, Piano 2, Verhees 5, Kovacevic 1, Petric 16, Rossini L, Boninfante N.E, Ngapeth 19, Sala 3, Casadei N.E., Ishikawa N.E., Donadio N.E. All. Lorenzetti, vice all. Tubertini.

Altotevere Città di Castello Sansepolcro: Franceschini 1, Corvetta 1, Dolfo 1, Baroti 5, Della Lunga 8, Aganits 3, Maric 7, Randazzo 3, Mazzone 2, Teppan 0, Lensi N.E., Daldello N.E., Tosi 0. All. Montagnani, vice all. Bartolini

Arbitri: La Micela e Gini
Spettatori: 2908

LE CIFRE
MODENA: 15 b.s., 13 ace, 70% ric. pos., 41% ric. prf., 65% att., 4 muri.
ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO SANSEPOLCRO: 8 b.s., 1 ace, 34% ric. pos., 19% ric. prf., 46% att., 4 muri.

MVP: Nemanja Petric


Tributo iniziale del PalaPanini per il neo arrivato in casa Modena Volley, Yuki Ishikawa, che risponde con un leggero inchino e mano alzata.
Il match parte e Altotevere tiene bene il ritmo di Modena, portandosi avanti sul 4-6 con un grande Della Lunga, poi sale in cattedra Petric per il 6-6. E’ un’alzata a una mano di Bruninho con primo tempo di Verhees a portare i gialli sull’11-8. Corvetta serve bene i centrali, ma Modena allunga ancora con Petric per il 14-9. Grande tocco di Corvetta per il 15-11. Un muro a tre di Modena porta lo score sul 18-12, la squadra di Montagnani subisce il colpo. Dopo un grande attacco di Randazzo è un salvataggio di Rossini a fornire una palla d’oro per Vettori, che non sbaglia il 20-15. Kovacevic, entrato per Ngapeth, mette a terra il 23-16, poi arriva una bellissima veloce di Mazzone. E’ una pipe di un super Petric a chiudere il primo parziale sul 25-19. Il serbo va a riposo con otto punti ed un 71% in attacco.
Il secondo set si apre ancora con Bruninho che serve al meglio la sua batteria, Vettori mette il 4-2, poi arriva l’ace di Petric ed il muro di Ngapeth. Modena prende il largo guidata dal serbo che, servito da un superbo Bruno, non sbaglia nulla. E' il filosofo Vettori a mettere giù la palla del 12-2. Ngapeth non lascia spazio a Della Lunga e Modena va sul 15-5. Bello il gesto di Baroti che conferma il tocco dubbio del 16-6. La pipe di Ngapeth beffa Aganits e Maric, è 19-7. Il 22-10 è una perla di Ngapeth che porta alla standing ovation per il francese. A chiudere il set è un muro a uno del Fenomeno Bruninho, 25-11 e Modena impressiona per classe e solidità.
Il terzo set è molto più equilibrato con un ottimo Franceschini a seguire il gioco di Corvetta e si arriva al 9-9. Altotevere macina gioco con Della Lunga che porta il match sull’11-13. Il primo tempo di Sala, entrato ad inizio set per Verhees porta la gara sul 13-14, poi è ancora Della Lunga con due ace a far cambiare ritmo a Città di Castello, 13-17. Quando il record dei 3-0 sembra a rischio, sale in cattedra Vettori: l’ace dell'opposto porta sotto Modena, 17-18, l’azzurro si ripete ed è parità. Stavolta la battuta punto è di Petric, la squadra di Lorenzetti sorpassa col 20-19, poi Bruno piazza il muro del 21-19. Modena allunga sino al 24-21, il match è chiuso da Ngapeth sul 25-21.

Angelo Lorenzetti (allenatore Modena Volley): “E’ inutile nascondere la grande soddisfazione per le sette gare vinte tre a zero, i record non si guardano fino a quando non ci si arriva davvero, poi è fantastico raggiungere certi risultati. Sulla gara odierna posso dire che solo nel terzo set i ragazzi hanno avuto un calo d’attenzione, che non deve più succedere, ora inizia per noi un ciclo molto impegnativo, ma ho la massima fiducia in questo gruppo”.
Paolo Montagnani (allenatore Altotevere Città di Castello-Sansepolcro): “Abbiamo giocato contro una squadra stratosferica, sotto tutti i punti di vista, i ragazzi ci hanno provato, ma era oggettivamente durissima. Non era qui che dovevamo prendere punti, ma nel terzo set abbiamo giocato un grande volley”.

(nella foto: Yuki Ishikawa, arrivato oggi a Modena per la sua nuova avventura in gialloblu)
03.12.2014 -



Certi amori non finiscono, lo sappiamo e lo abbiamo visto. Una delle più importanti firme dello sport italiano, il grande Leo Turrini, riparte da dove aveva cominciato, dalla pallavolo.
Con le sue lapidarie pennellate impressioniste, ritorna a scrivere per la sua prima passione, con un editoriale in esclusiva sul nostro sito.
Un punto di vista unico, mai banale e sempre tagliente, una lettura che tutti quelli che amano questo sport dovrebbero concedersi.




STORIA DI NATALE

L’uomo con la fisarmonica al collo apparve all’improvviso.
Intorno c’era una nebbia leggera, quasi come un velo.
Aveva voglia di parlare, quel signore.
Sai, mi disse, avevo bisogno di una conferma, perché qua le notizie arrivano frammentate. Ma è vero che sotto rete quelli di Modena non perdono più una partita?
Eh, mi trovai a rispondere. Per ora sì, poi vedremo e insomma, comunque son soddisfazioni, erano anni e anni che non succedeva una cosa del genere.
L’uomo con la fisarmonica era visibilmente compiaciuto. Quasi quasi mi ricordava qualcuno, ma non ero sicuro di averlo riconosciuto.
Ma dimmi un po’, proseguì il tipo. Ce l’hanno in squadra uno che si spaccia per filosofo, come faceva Andrea Lucchetta una vita fa?
Oh, replicai, se per quello abbiamo di meglio, addirittura un rapper, un certo Ngapeth o come accidenti si scrive, uno che lei magari potrebbe benissimo accompagnare con la sua fisarmonica, nel caso le venisse voglia di coniugare la musica post moderna con quella antica.
L’uomo parve vagamente sorpreso. Forse il rap non rientrava tra i suoi generi preferiti. Ma aveva altre curiosità da togliersi. E sarà vero, mi chiese, che il presidente del club è una donna? O si tratta delle solite esagerazioni della stampa pettegola?
Perbacco! Pensi, gli spiegai, che il nostro presidente è sì una donna, ma la chiamano Zarina quando si infuria e più bonariamente First Lady quando è in vena di sorrisi. Vedesse come li fa rigare dritti, quei giganti!
L’uomo con la fisarmonica era divertito dal racconto. In effetti, mi sussurrò, spesso ci sono dirigenti maschi che non valgono una cicca, sa di quanto tempo ho avuto bisogno io per trovare manager all’altezza? Quindi ben venga una signora e se ogni tanto strepita tanto meglio.
Beh, mi venne da aggiungere, allora lei è perfetto per fare l’abbonamento, siamo sicuramente una squadra che le piacerà e nel caso si trovasse lontano stia tranquillo, ci sta pure una web radio per tenerla aggiornata, soprattutto sul pensiero profondo di Vettori.
Vettori?, s’interrogò e m’interrogò il signore. E’ per caso parente alla lontana di Raul Quiroga? Glielo domando, mi spiegò, perché Quiroga aveva sempre una bellissima radio a transistor, lei mi parla di wep, wec , wess e dori ghezzi, insomma di una roba che non conosco.
Ah, faccio fatica pure io, replicai, però dori ghezzi non era male e comunque Vettori mette anche giù i palloni, quando non è troppo impegnato a risolvere i problemi del pianeta.
Ah, meno male!, esclamò l’uomo con la fisarmonica. E l’allenatore, insistette, l’allenatore vale Velasco?
Non toccatemi Lorenzetti. Sì, lo tranquillizzai. Questo nostro caro Angelo talvolta fa doppi cambi che nella mia ignoranza non capisco, eppure è bravo e poi è anche l’ultimo ad aver vinto lo scudetto sulla panchina di Modena, nel 2002.
A questo punto il signore con la fisarmonica si girò all’indietro. Scrutò in mezzo alla nebbia e chiamò: ‘Vigor, vieni un po’ qua, devi confermarmi una cosa’.
Vigor Bovolenta arrivò con quel sorriso sghembo che mi piaceva tanto. Confermò: sì signor Panini, c’ero anche io quando Lorenzetti vinse quel campionato e sarebbe ora che concedesse il bis, a Modena.
Peppino Panini, perché era lui l’uomo con la fisarmonica, mi diede una pacca sulla spalla. Buon Natale, disse azionando i tasti dello strumento. Torna giù e vai a dirgli che Quassù il regalo lo aspettiamo a primavera.

(Natale 2014).

Leo Turrini
01.12.2014 - CMC Ravenna - Modena Volley 0-3: Modena si conferma in vetta (solitaria)


La capolista Modena Volley si porta in vetta solitaria dopo un perentorio 0-3 sul campo di Ravenna

CMC RAVENNA - MODENA VOLLEY 0-3
Parziali: 15-25, 20-25, 29-31
Durata parziali: 22', 28', 37' (tot. 01:27)

CMC RAVENNA: Mengozzi 7, Cavanna 1, Zappoli 2, Gabriele 1, Jeliazkov 7, Koumentakis 4, Cester 7, McKibbin 0, Cebulj 12, Bari (L), Goi (L), Ricci n.e. - All. Kantor
MODENA VOLLEY: Bruno 0, Sala 0, Petric 17, Boninfante 0, Casadei 0, Ngapeth 0, Piano 9, Verhees 9, Kovacevic 13, Vettori 15, Rossini (L), Donadio n.e. - All. Lorenzetti

Arbitri: Boris, Puecher
Mvp: Petric
RAVENNA: 9 b.s., 1 ace, 46% ric. pos. (27% prf), 49% attacco, 7 muri
MODENA: 17 b.s., 10 ace, 61% ric. pos. (36% prf), 54% attacco, 9 muri

Perde la Lube a Trento 3-2, Modena si impone con un altro maestoso 3-0 su Ravenna e ora la capolista è lassù, da sola.
Buona l’affluenza al Palazzetto di Forlì ed è un inizio da brividi, con i 2500 presenti in piedi per il premio che viene consegnato dalla tifoseria ravennate al dg di Modena Sartoretti e la sciarpa consegnata dagli Irriducibili Gialloblu a Waldo Kantor, coach giallorosso. I due grandi ex vengono celebrati alla grande, come solo il mondo del volley sa fare: un grande momento di sport inaugura, anzi illumina la serata.
Lorenzetti parte con la diagonale Bruno - Vettori, Piano - Verhees centrali e la coppia serba Kovacevic - Petric, con Ngapeth inizialmente in panchina come da classica rotazione. Per Ravenna Cavanna al palleggio, Jeliazkov opposto, Cebulj-Koumentakis schiacciatori, Cester-Mengozzi al centro e libero Bari.
Parte a mille la capolista con Vettori, Piano e un muro di Verhees: 0-3. Kovacevic con due pallonetti al bacio porta i gialli sul 5-8. È un grande muro di Piano a mettere la gara 6-10, Bruno fa girare al meglio la squadra ed è un buonissimo Modena Volley quello che arriva al time out tecnico avanti 7-12. In grande spolvero Luca Vettori, Modena con lui vola a 10-16. Il fenomeno Bruno smarca centrali, martelli e Vettori con capacità disarmante, Petric in pipe sigla il 13-21. Il primo tempo di Verhees chiude un primo set 15-25 in cui Modena è stata devastante.
Il secondo parziale inizia e i gialli scappano subito con un super Petric sul 2-6. La squadra di coach Lorenzetti non abbassa il ritmo e si va al time out sul 7-12. Il primo tempo di Verhees vale l’8-16. Mengozzi ci prova al centro, ma è ancora il belga di Modena a rispondere, 11-18. Petric non si ferma, il serbo numero 4 di Modena non sbaglia praticamente nulla, 16-21. Grande rimonta di Ravenna con Cester, 20-22, la sicurezza di Modena vacilla, poi è Vettori che, dalla linea dei 9 metri, decide il set con due ace.
Si parte con il terzo set ed è un ace di super Petric a siglare il 2-5, è poi Kovacevic con un mani fuori a fare il 3-7. Ace di Matteo Piano, siamo 7-11, poi passa Petric, time out tecnico sull'8-12. Vettori spara un altro missile al servizio ed è l'ace per l'8-13. Continua a spingere Modena e si arriva sul 15-18 con Verhees. Ravenna si dimostra squadra di buon livello mentre Modena si spegne: la squadra di casa recupera con un grande primo tempo di Cester, 19-20 per un set di altissimo livello agonistico. Out Vettori, si va sul 20-20. Zappoli piega il muro gialloblu, è 22-20. Lorenzetti inserisce Casadei per Bruno e Boninfante per Vettori: l'attacco a tre permette a Modena di rientrare in partita, si arriva sul 26-26 con i gialloblu che annullano due set point a Ravenna ed è lotta punto a punto. Nel finale è un super Vettori, ripresentato in campo con Bruno al palleggio, a prendere per mano la squadra e a conquistare il 29-30 ed a chiudere col 29-31.

(nella foto: Nemanja Petric, mvp dell'incontro)

23.11.2014 - Modena Volley - Exprivia Neldiritto Molfetta 3-0: continua la marcia dei gialloblu


Modena Volley schianta Molfetta con un perentorio tre a zero, i gialli restano in vetta alla classifica e portano a 18 il numero di set vinti consecutivi

MODENA VOLLEY- EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA 3 - 0
Parziali: 25 – 18, 25 – 15, 25 - 15
Durata Parziali: 25, 24, 22. Tot.: 1h 11’

MODENA VOLLEY: Bruninho 5, Vettori 7, Piano 7, Verhees 9, Kovacevic 13, Petric N.E, Rossini L, Boninfante N.E, N’ Gapeth 16, Sala N.E, Casadei 0, Donadio N.E. All. Lorenzetti, Vice all. Tubertini.
EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA: Candellaro 4, Noda Blanco 10, Sket 3, Spirito 1, Kooistra 7, Bossi 5, Blagojevic 1, Hierrezuelo 1, Romiti L, Del Vecchio 0, Puliti 0, Porcelli N.E. All. Di Pinto, Vice all. D'Amico

Arbitri: Rapisarda e Sobrero
Spettatori: 2808
Incasso: 23520

MODENA: 8 b.s., 9 ace, 60% ric. pos., 48% ric. prf., 65% att., 9 muri.
MOLFETTA: 7 b.s., 4 ace, 48% ric. pos., 18% ric. prf., 37% att., 0 muri.

MVP: Bruno Mossa De Rezende

Il PalaPanini si presenta nella nuova veste con giallo preminente, innovazione e tradizione vanno a braccetto e il Palazzo si mostra in tutta la sua strepitosa bellezza. Il match parte con il grande applauso per l’ex Marco Piscopo, out per una frattura alla mano.
Lorenzetti fa partire Kovacevic e Ngapeth con Petric in panchina, come da solita rotazione dei martelli. La diagonale è Bruno-Vettori con Piano, Verhees a completare il sestetto, Rossini libero.
Modena inizia a mille e va sul 4-1 con un Ngapeth ispiratissimo. Muro monumentale di Verhees per l’8-4 per i gialli. Ottimo Blagojevic per il 10 a 6. Modena Volley scappa sul 15-6 con Bruno che serve al meglio tutta la batteria d’attacco. L’ace di Vettori porta Modena sul 21-14, Modena è padrona del set. Sale in cattedra Kovacevic con punto ed ace del 24-17, Noda Blanco sbaglia la battuta e il set si chiude 25-18: 100% in attacco per Piano a Verhees, 75% per Kovacevic, 71% di squadra.
Il secondo parziale viene spaccato dall’ace di “Le Roi” Ngapeth e si va subito sul 5-0. E’ un monologo gialloblu, Modena va sull’8-2 con un super Uros Kovacevic. Due errori consecutivi di Vettori riavvicinano Molfetta sul 10-6. Fantastico primo tempo di Piano dopo palla sontuosa servita dal “Fenomeno” Bruninho, che poi si ripete servendo un cioccolatino che Ngapeth non sbaglia, spettacolo al PalaPanini e Modena scappa. Il 19-11 arriva dopo una rovesciata in salvataggio di Ngapeth, che poi difende una palla impossibile, Kovacevic la mette giù ed è standing ovation al PalaPanini: anche Di Pinto, coach di Molfetta, si alza in piedi ad applaudire il francese di Modena. Ancora Ngapeth sala in cattedra e si va sul 22-14. A chiudere il 17esimo set vinto consecutivamente dai gialli è un muro a tre su Sket, 25-15.
Il terzo parziale si apre con un siluro di Luca Vettori servito alla grande da Bruno. Molfetta carbura con Sket e Candellaro e va avanti 5-7. Vettori riporta sotto Modena con una gran diagonale, 9-11, poi arriva il muro di Matteo Piano. Modena spacca il match e si porta 15-13 con un super Vettori, che poi mura per il 18-14. Triplo ace di Bruno per il 22-14, la sua è una gara stellare. Il match si chiude in 22 minuti sul 25-15 con un’altra magia di Bruno che manda in confusione Molfetta. Sono 18 i set consecutivi vinti da una Modena Volley stellare che resta in vetta alla classifica con numeri impressionanti, domenica si va a Forlì per la sfida con Ravenna.


Lorenzetti: “Non posso che essere assolutamente soddisfatto di ciò che stanno facendo i ragazzi, anche perché dopo un 3-0 non potrei oggettivamente lamentarmi. Vedo un lavoro importante da parte di tutti, una squadra che gioca e mentre lo fa si diverte, vive lo sport con il sorriso, ed è chiaro che i risultati ci rendono sempre più forti. I 18 set vinti? Prima o poi uno lo perderemo, non guardiamo a quello, pensiamo a migliorarci, tutti, solo così si fanno grandi cose”

Di Pinto: “Faccio grandi complimenti a Modena e ad un grande coach come Lorenzetti. Siamo stati bravi quando abbiamo provato ad alzare la testa, ma avrei voluto maggiore convinzione, è comunque chiaro che contro una corazzata di questo tipo si fa fatica a tenere il passo”
16.11.2014 - Copra Volley - Modena Volley 0-3: dimostrazione di forza dei gialloblu


Copra Piacenza - Modena Volley 0-3 (21-25, 20-25, 22-25)

Durata set: 29', 28', 28' (1h25')

COPRA PIACENZA: Vermiglio 1, Le Roux 11, Papi 4, Zlatanov 12, Massari 2, Ostapenko 7, Kohut 8, Mario Jr Da Silva (L), Marra (L), Alletti 0, Tencati 0, Ter Horst ne, Rodrigues ne. Allenatore: Radici

MODENA VOLLEY: Bruno 3, Vettori 10, Verhees 5, Piano 6, Petric 14, N'Gapeth 18, Sala 0, Rossini (L), Boninfante ne, Casadei ne, Donadio ne, Kovacevic ne. Allenatore: Lorenzetti

Arbitri: Satanassi, Saltalippi

Spettatori: 3570
Incasso: 25550
mvp: Earvin N'Gapeth


La capolista Modena Volley riparte dopo la sosta con un 3 a 0 a Piacenza che è stata una dimostrazione di grande forza

Parte forte Modena con Bruninho che porta avanti i gialli 0-2, poi è Zlatanov a salire in cattedra e il match va sul 4-4. Modena va sul 6-8 con un grande muro di Petric. Splendida diagonale di N’Gapeth per l’11-10 Modena, poi è ancora il fuoriclasse francese a fare la differenza, gialli sul 13-13. Si va avanti punto a punto, con Le Roux e l’eterno Papi che danno garanzie a Valerio Vermiglio. La battuta out di Zlatanov porta il match sul 20-20. Una grandissima parallela di Petric porta Modena sul 21-22, poi Le Roux spara fuori e si va sul 21-23, ma Petric non perdona ed 21-24. A chiudere è l’errore di Ostapenko in palleggio, Modena vince il primo parziale 21-25.
Il secondo parziale vede Modena partire a mille con due ace di Petric, 0-3 per i gialli di Lorenzetti. L’invasione a muro di Modena dopo video check porta il match sul 6-7 poi è la pipe di N’Gapeth a riportare avanti i canarini. Zlatanov non perdona e si va sul 9 pari, poi è il 10-9 Piacenza con un muro a uno di Le Roux su Verhees. Grande muro di Piano su Kohut per il 13-13. Ace di N’Gapeth per il 13-15 gialli. Va in cielo Petric per il 18-18 dopo un grande muro di Ostapenko. Straordinaria difesa di Totò Rossini e Vettori mette giù un pesante 18-20. Doppio ace di Bruninho per il 20-24 Modena, due battute super del palleggiatore brasiliano dalle mani fatate. Zlatanov schiaccia out e la squadra di Lorenzetti si prende anche il secondo parziale, è 20-25.
Il terzo set inizia con un punto a punto molto equilibrato, spezzato da un Vettori sontuoso per il 2-3, poi è N’Gapeth per il 2-4. Nemanja Petric con una diagonale di fino porta i gialli sul 5-7, poi è lo stesso serbo a sciorinare un pallonetto che pone il match 7-9. Grande Vettori a chiudere il 9-13, Modena prende in mano la gara. Straordinaria la palla di N’Gapeth per il 13-18. Modena continua a macinare gioco ed è ancora il francese, inesorabile, a portare i gialli sul 16-21. Il match si chiude sul 25 a 22 per Modena che resta imbattuta e con 15 punti in campionato, con un solo set lasciato a Perugia nella prima gara.

Nella foto: i giocatori di Modena Volley, nel riscaldamento pre-partita, indossano una maglia coi colori di Amnesty International per Ghoncheh Ghavami.
#FreeGhoncheh
06.11.2014 - #FreeGhoncheh


Ieri sera i nostri ragazzi e le ragazze di LJ Volley hanno deciso di mandare un messaggio per la liberazione di Ghoncheh Gavami, la ragazza britannico-iraniana incarcerata ingiustamente a Teheran da quasi 5 mesi. L'unico suo crimine è stato quello di voler assistere ad una partita di pallavolo.

Le ragazze e i ragazzi, poi, si sono uniti in un videomessaggio congiunto.

#FreeGhoncheh








Foto della settimana
Modena Volley si ricomincia!

Programma degli allenamenti
SETTIMANA 
15 - 21 DICEMBRE 2014
PalaPanini


lunedì 15
riposo

martedì 16
ore 18.00 palla + pesi

mercoledì 17
ore 9.00 palla + pesi
ore 15.30 palla

giovedì 18
ore 9.15 palla
ore 16.00 palla

venerdì 19
ore 9.00 palla + pesi
ore 15.30 palla

sabato 20
ore 15.00 palla

domenica 21
ore 17.00 Energy T.I. Diatec Trentino - Modena Volley


Mailing list
iscriviti alla mailing list
 Nome:
 E-mail:
invia iscrizione »
Richiedi la cancellazione cliccando qui



Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]