Vittoria Coppa Italia!

12/01/2015

Modena Volley vince 3 a 1 con Trento in finale e conquista una storica Coppa Italia - Stagione 2014!

Del Monte Coppa Italia SuperLega, Stagione 2014

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO - MODENA VOLLEY 1-3

  • Resoconto partita
C’è un intera curva gialla al PalaDozza, è il “marchio” del Modena Volley in giro per il mondo, il pubblico della città culla della pallavolo. Presenti il Presidente della Regione Emilia Romagna Bonaccini, il Sindaco di Modena Muzzarelli e l’assessore allo sport Guerzoni. Modena vuole tornare a vincere un trofeo importante dopo l’ultimo, datato 2008,  Challenge Cup quando in panchina sedeva Giani e Sartoretti era in campo e non dg come oggi. Match che parte subito tiratissimo, a Nemec risponde Vettori, è sfida tra opposti, 3-3. La gara è giocata con grande intensità ed equlibrio, Modena si stacca sul 7-9 con Piano a muro. Bruno fa “girare” bene Vettori e Petric, Zygadlo punta su Kaziyski, l’ace di Nemec porta la partita sul 15-16. Vettori non si ferma, idem Ngapeth, 16-19. Muro Modena e la squadra di Lorenzetti va sul 19-22. Ace di Casadei che con il suo ingresso ha spezzato la gara, Petric in pipe chiude il primo parziale 19-25. Il secondo set si apre con Modena ancora avanti 3-5 grazie a Ngapeth e un grande Bruno. Ngapeth va al servizio e c’è il break con i gialli che si portano sul 7-12. Trento fatica a difendere, Verhees e Piano giocano bene in primo tempo al centro, si va sull’11-16. Modena Volley continua a tenere il “pallino” del gioco e un grande Nema Petric mette giù il 16-22, i gialli volano sul taraflex del PalaDozza. Vettori non si ferma, poi è Verhees a mettere a terra il 19-25, Modena va avanti 0-2 nei set. Terzo parziale con Trento che fatica ancora moltissimo in attacco, 3-5 avanti Modena. Petric risponde alla pipe di Kaziyski, poi è una giocata sontuosa di Ngapeth a portare Stoytchev a chiamare time out sul 6-9. Lanza riporta sotto Trento con due ace, poi altri due super servizi e un errore, 11-10. Grandissima giocata di Bruno e Nema Petric mette a terra il 14-14. Il rosso per Ngapeth porta Trento sul 19-17, è poi lo stesso francese con un ace a metter a terra il 20-19, e con due servizi a fare il break 20-21.  Sbaglia Nelli, 21-23 Modena. In battuta va Kaziyski, che da solo ribalta il match, è set Trento 25-23, Modena comanda due set a uno. Quarto set che si apre col rosso a Stoytchev, poi Modena parte alla grande, 0-5 con un super Petric e un grande Bruno. La squadra di Lorenzetti non si ferma, Verhees mette giù il 4-9. Muro dopo muro Bruno e compagni non si fermano, 6-14 e monologo gialloblu. Un missile di Petric fa imbufalire Stoytchev, reazione e rosso per il coach bulgaro.  Il gioco riprende e Modena macina punti su punti, ace Pteric, 9-20. Bruno fa due magie, 10-21. A chiudere il match una battuta out di Lanza. Modena torna sul tetto d’Italia, dopo 14 anni, l’undicesima Coppa andrà in bacheca, in campo iniziano i festeggiamenti per Bruno e compagni.

  • Inteviste ai protagonisti
Catia Pedrini Presidente Modena Volley: “Tiro avanti e non mi svesto dei panni che son solito portare. Questa è la frase cui pensavo mentre in macchina raggiungevo Bologna, una frase di Guccini in cui sta la mia filosofia di vita, mi sono detta, se succede, ripeto, se succede, questa sarà la frase che dirò. Sono assolutamente orgogliosa di essere il Presidente che ha riportato Modena alla vittori dopo tanti, troppi anni, lo staff e la squadra sono stati grandissimi, come il nostro pubblico”. L’emozione prende un po’ il sopravvento: “Si, mi commuovo, mi commuovo perché questa è una gioia enorme, vedere il delirio della Modena presente mi ha emozionato tantissimo, sarà bellissimo coninuare a festeggiare”

Sartoretti: “Ero in campo nel 2008 quando Modena ha vinto l’ultimo trofeo, ero in panchina oggi. Sono due emozioni diverse, ma comunque straordinarie, da giocatore scarichi tutto in campo, da dg è normale che serve molta più “pazienza” diciamo. E’ una grande gioia alzare una Coppa Italia pesantissima, vinta dopo aver battuto le squadre più forti del campionato, Modena è tornata dove meritava, lassù, questa era la cosa più importante”

Lorenzetti: “Ci credevo, eccome se ci credevo, avevamo davanti una corazzata, ma sapevo che questa squadra, questi ragazzi, avevano le carte in regola per portare a casa la Coppa e così è successo. E’ la vittoria di Modena, della mia Modena, una città strepitosa che meritava una grande vittoria come questa. Siamo stati bravi a gestire la gara, sia a livello tecnico che nervoso, anche quando è arrivato il rosso per Ngapeth non ci siamo definiti, sono orgoglioso di questi ragazzi”.
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner