L’Under 17 guidata da Nicolò Zanni è una delle tante squadre che compongono la galassia VGModena Volley. “Il mio percorso da allenatore – spiega Coach Zanni - è nato circa 7 anni fa per puro caso. Stavo giocando e ho deciso di buttarmi anche nell’avventura di allenatore. Sono partito da secondo-terzo allenatore in Under 15 e poi, anno dopo anno, ho costruito il mio percorso che è stato interessante, bello e ricco di soddisfazioni. Lavorare con i ragazzi è una magia. Ogni ragazzo ha una sua personalità ed ha peculiarità diverse anche nell’approccio al volley. Essere attento alle sensibilità di ognuno di loro è la parte più difficile, una grande responsabilità. Se c’è attenzione verso il ragazzo e il gruppo, e loro stanno bene insieme, dopo viene tutto più facile”. Zanni è anche terzo allenatore della prima squadra di Modena Volley: “E’ bellissimo poter lavorare in situazioni così diverse tra loro. Con i ragazzi bisogna fare particolare attenzione alla singola sensibilità mentre con i “grandi”, all’interno di un contesto professionistico di alto livello, occorre puntare su modalità molto differenti”. 

Michael Matullo, opposto classe 2006, è il capitano dell’Under 17: “Sono arrivato a Modena cinque anni fa – spiega Matullo -, la pallavolo è stato il primo sport che ho scelto e mi sono appassionato subito, è meravigliosa. Stiamo affrontando un campionato difficile, ma siamo terzi in classifica. Speriamo di riuscire ad arrivare alle fasi nazionali. Con i miei compagni di squadra mi trovo molto bene, siamo molto uniti. Mi ispiro a tutti i giocatori del campionato di Serie A, prendo spunto da loro, mi piace molto Earvin Ngapeth, ha una classe incredibile. E’ stato molto importante poter riprendere gli allenamenti dopo il periodo covid perché, nonostante il momento, siamo riusciti comunque a vederci rispettando tutte le norme, questo ci ha consentito di arrivare preparati alla ripresa del campionato e ora ci giochiamo al meglio tutte le nostre carte”.

CHIEDI A
MV