Si è svolta questa mattina presso la sala stampa del PalaPanini la conferenza di presentazione di VEM Sistemi con il CEO Stefano Bossi, il Dg di Modena Volley Andrea Sartoretti, Coach Andrea Giani e Daniele Mazzone.

Queste le parole di Stefano Bossi: “Quello del volley è un ambiente pulito e con valori importanti. Avere una squadra di questa portata è un valore territoriale e socio-culturale. Il PalaPanini è un posto unico. La volontà reciproca è quella di creare un rapporto che ci consenta di pianificare un percorso di digitalizzazione per rendere questa partnership sempre più forte. L’obiettivo è realizzare tutti i progetti che abbiamo in mente, ci vorranno alcuni anni ma abbiamo intenzione di rimanere insieme ancora per molto tempo. Abbiamo idee innovative anche per la sala stampa e l’area hospitality”.

"In Coppa Cev c'è una pallavolo diversa - ha spiegato Coach Giani - perché i giocatori si conoscono meno e il modo di giocare è differente. All’andata abbiamo fatto molto bene, domani dobbiamo ripeterci per chiudere questo turno. Domenica scorsa con la Lube nel secondo e quarto set le due squadre hanno sempre viaggiato appaiate e volevamo fare questo tipo di partita. Non siamo stati, però, duri fino in fondo per portare a casa il quarto set e andare al tie-break. Sulla qualità del gioco abbiamo fatto un salto in avanti e stiamo lavorando per vincere queste partite. La gara di domani sarà sicuramente di un altro livello, ma abbiamo voglia di tornare in campo e giocare bene perché le vittorie portano sempre fiducia. Dobbiamo essere bravi a mantenere il focus che abbiamo, le prossime due partite di campionato saranno contro super squadre. Sappiamo che sarà difficile vincere, perché non partiamo favoriti, ma il lavoro paga. Siamo nella giusta direzione e dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo”.

Queste le parole di Daniele Mazzone: “Il nostro gioco è cresciuto tanto. Quello che ha fatto la differenza domenica è stata la qualità individuale nella battuta e nella gestione di alcune scelte a muro. Il gioco di squadra è stato buono. Vincere domani può sicuramente fare bene, ma la svolta arriverebbe con una vittoria contro una big. Adesso i pensieri sono tanti e un atleta rende meglio quando gioca a mente libera”.