Osmany Juantorena
5.006

Prima del match all’allenatore della nazionale olandese Gido Vermeulen viene consegnato il premio intenditore Parmareggio. L’Azimut parte con Bruno in regia, Sabbi opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro Holt e Bossi, il libero è Salvatore RossiniLa Lube di Medei risponde con Christenson-Sokolov, in banda Juantorena e Sander, al centro Candellaro-Cester, libero Grebennikov.

Parte forte la Lube che si porta subito sull’1-5, Christenson trova i suoi avanti, Modena è in difficoltà. Resta avanti Civitanova che va sul 5-9 grazie ad un gioco molto fluido. Cambia marcia l’Azimut che con due ace di Ngapeth riprende gli avversari, 8-9 e volley spettacolo al PalaPanini. Si infiamma il match con le due squadre che lottano punto su punto, 13-13. Piazza il break Modena che va sul 17-15, Medei chiama time-out. Continua a macinare gioco l’Azimut che scappa via sul 24-20. Urnaut chiude il primo parziale 25-21, 1-0 Azimut.

Il secondo set è un’altalena incredibile di emozioni con le due squadre che lottanto punto a punto in equilibrio assoluto. Il livello qualitativo è altissimo, si arriva all’11-12. Alza i giri del  motore Civitanova che spacca il match con un Juantorena incontenibile, Stoytcehv inserisce Mazzone e Swan Ngapeth. Si arriva al 16-24 con i marchigiani padroni del campo. Civitanova chiude il parziale 19-25.

Nel terzo parziale è Civitanova a partire ancora forte, Modena ribatte colpo su colpo, 8-9 e match in assoluto equilibrio. Continua il punto a punto tra due squadre che non hanno alcuna intenzione di mollare nulla, 16-15. L’Azimut spinge con un ottimo side-out, la Lube fa altrettanto, 20-20 e si arriva all’ora e mezza di gioco. La Lube piazza il break, 22-24 e marchigiani a un passo dal parziale. Civitanova chiude 23-25 il set.

Il quarto set inizia con l’Azimut avanti 7-4 ed il timeout di Medei. Resta avanti Modena, ma Civitanova non ci sta, 9-8. Il 12-11 firmato Bruno-Ngapeth è un punto da fantascienza con il francese che attacca di seconda dopo recupero incredibile del brasiliano. Modena gioca spinta da un PalaPanini che è una bolgia e piazza il break del 19-15 con due ace di Holt. Strepitosa rimonta della Lube che si riattacca a Modena, 19-19 e set apertissimo. La Lube chiude il parziale 21-25 ed il match 1-3.

Coach Stoytchev (Head Coach Azimut Modena Volley): “Tutta la partita abbiamo sofferto molto in cambio palla e ci siamo innervositi, serviva sicuramente più pazienza. Non siamo più scarsi di ieri, siamo sempre noi, ora abbiamo una settimana per lavorare al meglio. A fine gara ho parlato con la squadra, come sempre”

Giampaolo Medei (Head Coach Cucine Lube Civitanova): “Siamo venuti a Modena con due obiettivi, far vedere che ci siamo e abbiamo grande qualità, poi portare a casa la vittoria. Li abbiamo colti entrambi e siamo molto soddisfatti: va detto che abbiamo avuto un inizio di stagione complicato, con tante trasferte e un passo falso. La squadra ha reagito con Trento e Modena, ha dato la risposta in campo: siamo ancora più convinti dei nostri mezzi ora. Credo che stasera abbiamo disputato una buona gara, decisa nel primo set dal servizio di Modena, poi bravi noi a restare freddi, lucidi e concentrati andando a vincere di squadra”.

Holt: “Il punto di forza di Civitanova, come avete visto anche stasera, è il muro. Abbiamo subito nove punti di fila dalla battuta in float di Cester in casa e non è accettabile, adesso abbiamo una settimana per lavorare e preparare la partita contro Latina”

Mazzone: “Fisicamente adesso sto bene, ho fatto solamente un allenamento intero ieri, il coach ha fatto le sue valutazioni, ha visto che si è creata una situazione un po' difficile e ha voluto farmi rientrare”