Maxwell Holt
3686

Modena impone la legge del 3-0 anche nella terza gara di Superlega e contro la Gi Group Monza Bruno e compagni mostrano un gioco tutto ritmo e qualità. Davanti ai 3700 del PalaPanini la squadra di Stoytchev concede poco ad una buona Monza. Modena non aveva mai vinto le prime tre gare di Regular Season per 3-0 in epoca di rally point system, l’ultima volta era accaduto nel 1995/96.

L’Azimut parte con Bruno in regia, Sabbi opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. La Gi Group Monza risponde con la diagonale Shoji - Hirsch in banda Botto e Dzavoronok, al centro Buti e Beretta, Rizzo è il libero.

Parte forte Modena che si porta sul 7-4 grazie ad una buona gestione del side-out ed un contrattacco micidiale. Urnaut è perfetto in attacco, Ngapeth chiude la porta a muro, 10-6 Azimut e PalaPanini che si scalda. Non ci sta Monza, che cambia marcia e mette la freccia, 15-12 con Shoji in regia che trova i suoi alla grande. Sabbi in battuta è devastante, Modena si rifà sotto e il match è di alto livello, 17-17. Continua il punto a punto, si arriva al 22-22 poi è super pipe di Ngapeth, 23-22. Urnaut chiude un set che ha regalato grandissime giocate, 25-22.

Parte fortissimo Modena nel secondo set con Ngapeth e Urnaut incontenibili in attacco e Sabbi micidiale al serivizio, 9-3 e spettacolo al PalaPanini. Non si ferma l’Azimut che si esprime alla grande in tutti i fondamentali, 13-5. Alza ancora i giri del motore Modena che passa bene al centro con Holt e Mazzone perfettamente chiamati in causa da Bruno, 18-10. Modena scappa via e chiude il set 25-14.

Il terzo set parte con Modena che piazza subito il break, 4-3. Bruno fa il direttore d’orchestra, Ngapeth e compagni non mollano nulla, 9-5. Monza rialza la testa e lo fa alla grande, 12-12 e i 3686 del PalaPanini assistono ad una bellissima gara. Riparte Modena, cambiando marcia, 17-15 e poi 21-18. L’Azimut chiude il set 25-19 e il match 3-0.

Stoytchev: “Sono contento dei 3 punti, del risultato e del tre a zero contro una squadra impegnativa. Le partite importanti però sono ancora tutte davanti a noi. Oggi come nell’ultimo match era importante il risultato e sapevamo che potevamo e dovevamo vincere. Abbiamo fatto un buon lavoro a muro: 9 diretti, 9 tocchi e cinque coperti da loro, siamo stati stabili in ricezione anche se dobbiamo gestire meglio il contrattacco.

Miguel Àngel Falasca (primo allenatore Gi Group Team Monza) “Abbiamo fatto davvero un buon primo set, senza però riuscire a mantenere alto il ritmo della battuta nelle fasi cruciali. Loro invece hanno sfruttato il servizio molto bene nei momenti che contavano e hanno spezzato il nostro ritmo, chiudendo il match. Ogni partita ci aiuta a crescere: oggi ci portiamo a casa una prestazione comunque positiva in certi frangenti di gara. Dobbiamo imparare a non perdere la lucidità contro squadre del genere: se abbassi il ritmo diventa dura poi recuperare. Onore ai nostri avversari per aver portato a casa la vittoria. Noi usciamo comunque a testa alta da questa partita, considerata la prestazione nel primo e terzo set, e con la consapevolezza di poter esprimere ancora molto nel prosieguo della stagione”.

Tine Urnaut: “Sono state due belle partite, bruno come sappiamo tutti è uno dei migliori palleggiatori”

Holt: “In questo momento io e Bruno stiamo lavorando molto. Stasera è andata molto bene, specialmente in attacco”.