L’Azimut Modena Volley porta a casa bottino pieno dalla trasferta di Frosinone valevole per la seconda gara di Superlega UnipolSai che la vedeva opposta alla Biosì Indexa Sora. In un “Città di Frosinone” completamente sold out, nella prima trasferta di campionato stagionale coach Stoytchev parte con Bruno in regia, Sabbi opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. La Biosì Indexa Sora di Barbiero si schiera con la diagonale Seganov-Petkovic, capitan Rosso e Rasmus Breuning sono i posto 4, Mattei-Caneschi la coppia di centrali, il libero è Santucci.
Parte forte l’Azimut con Bruno che tiene subito molto alto il ritmo di gioco, il brasiliano trova subito la palla con Mazzone, 3-1 avanti Modena. Sora è assolutamente in partita ed il pubblico spinge fortissimo, 7-7 e match molto equilibrato. Rasmus fa malissimo al servizio, la ricezione di Modena va in difficoltà, time out Stoytchev sull’11-12 con i ciociari avanti. Non scappa Modena, con Sora che tiene in tutti i fondamentali, 17-17. Continua a regnare l’equilibrio poi è Holt a piazzare il break con due muri consecutivi, 22-24. L’ace di Tine Urnaut chiude il set 25-22 Modena.
Nel secondo parziale Sora alza i giri del motore con Seganov che chiama in causa i suoi avanti trovando ottime soluzioni, 2-4. Continuano Petkovic e compagni a spingere fortissimo in battuta, Modena soffre, Stoythev chiama il timeout, 4-9. Gli ace di Sabbi e Urnaut riportano sotto l’Azimut 8-10 e Modena si avvicina. Il parziale di 10-4 per i gialli, che hanno messo la freccia, portano al sorpasso Azimut, pipe di Ngapeth ed è 14-13. Torna avanti Sora, con una prova tutta carattere e buon gioco, 18-17, poi è errore Breuning, 18-18. E’ Bruno Mossa De Rezende, capitano dell’Azimut, il grande protagonista della fine del set, il brasiliano sciorina magie, 24-22. E’ Earvin Ngapeth a chiudere il parziale 25-23 a favore dell’Azimut, 2-0 avanti i gialli di Stoytchev.
È un inizio sprint quello dell’Azimut nel terzo set con Sabbi a fare malissimo dal servizio, 6-3. Continua la marcia di Modena che si porta sul 10-7 con la gara che è spesso interrotta per le continue indecisioni arbitrali. Urnaut trascina l’Azimut che va sul 17-13 con una prova maiuscola. Il set pare indirizzato, 20-14 grazie all’ace ancora dello sloveno dell’Azimut. E’ una strepitosa rincorsa quella che realizza Sora, che arriva al 22-23. E’ Giulio Sabbi a mettere la parola fine al set 25-22 e 3-0 per l’Azimut Modena Volley.

Coach Stoytchev: “E’ stata una gara non semplice, dovevamo vincere a tutti i costi, Sora ha rischiato tanto e sono contento del risultato. Stiamo lavorando su di una direzione chiara, è normale che ogni tanto non ci sia l’intesa giusta tra i giocatori, ma soffrire e vincere è importante e ci aiuta a crescere”


Salvatore Rossini: “Mi aspettavo una gara combattuta, ma non così tanto, Sora è stata bravissima a stare sempre nel match. Noi siamo contenti del risultato, dobbiamo migliorare, ma a questo punto della stagione va bene così, ci diamo una mano a vicenda sempre, questo ci farà fare il salto di qualità”


Maxwell Holt: “Siamo contenti di aver fatto due vittorie nelle prime due gare di campionato, siamo un gruppo nuovo, che si sta conoscendo e ammalgamando. Sapevamo che loro ci avrebbero potuto mettere in difficoltà, ma abbiamo dimostrato di essere una squadra unita, ora la testa è subito al match con Monza”