Earvin Ngapeth

Parte forte la Calzedonia che forza moltissimo al servizio con Stern, Modena risponde con Bruno/Ngapeth, 4-5 con Verona avanti. Si continua col punto a punto, Sabbi entra nel match di prepotenza con un bolide da seconda linea, 6-7. Tiene alto il ritmo la squadra di casa, che è assolutamente nel match, l’Azimut fatica, 9-12. Continua a faticare Modena con Sprito che, dall’altra parte trova buone risposte da Maar, fino ad ora mattatore del match con 5 punti, 12-16. Piazza un altro break la Calzedonia, ma Modena con il muro di Bossi prima, di Sabbi poi, si riavvicina agli scaligeri, 16-18. Coach Stoytchev chiama il time-out sul 18-21, Modena non riesce a cambiare marcia, 22-24. Jaeschke chiude il primo set a favore dei veneti, 23-25 e 0-1.
Il secondo set vede Modena spingere forte in battuta, Verona è ancora chirurgica nel side-out, 4-4 e bello spettacolo per i 3700 dell’Agsm Forum. L’Azimut mette il break e va sul 9-7 dopo un’azione combattutissima. Si scatena Sabbi, protagonista nel secondo parziale, Modena va 11-8 e Bruno trova certezze nei suoi avanti. Macina gioco e che gioco Modena, Bruno e compagni vanno sul 17-14 poi allungano sino al 21-15 con uno splendido muro di Urnaut. Holt è implacabile in primo tempo, 24-18 poi è Tine Urnaut a chiudere il set in pipe, 25-18 e 1-1 nei parziali.
Nel terzo set Verona scappa subito sul 2-4 con Spirito che trova in Maar una sicurezza in attacco. Non ci sta l’Azimut che ritrova subito il suo gioco, gli scaligeri sono altrettanto precisi, 8-8 e perfetta parità. Jaeschke è perfetto in attacco, Verona piazza il break, 11-14. Il set è una girandola di emozioni, Modena torna sotto, la Calzedonia non molla, 16-16. L’Azimut alza i giri del motore e piazza il break, a sua volta, del 22-19. Modena chiude il terzo set 25-21 e si va sul 2-1 Modena.
Il quarto set inizia nel segno dei gialli di Stoytchev che vanno sul 4-1 con un sontuoso Ngapeth protagonista (21 punti sino ad ora per il campione transalpino). Resta avanti l’Azimut, che non molla nulla, 9-7. Si scalda la gara, Bruno pennalla, Holt mette un primo tempo spaventoso, 15-10. Spinge l’Azimut, con Stoytchev che guida i suoi ragazzi perfettamente, 19-14. Ngapeth sale in cattedra anche in questo finale di set, 24-19 Modena. L’’Azimut chiude 25-20 il set e 3-1 il match.

 

Calzedonia Verona - Azimut Modena 1-3 (25-23, 18-25, 21-25, 20-25)
Calzedonia Verona: Spirito 2, Jaeschke 11, Pajenk 7, Stern 18, Maar 14, Birarelli 6, Frigo (L), Pesaresi (L), Marretta 0, Manavinezhad 0, Paolucci 0. N.E. Mengozzi, Grozdanov. All. Grbic.
Azimut Modena: Mossa De Rezende 1, Ngapeth E. 27, Bossi 9, Sabbi 13, Urnaut 12, Holt 8, Tosi (L), Rossini (L). N.E. Van Garderen, Marra, Franciskovic, Argenta, Pinali, Ngapeth S.. All. Stoytchev.
ARBITRI: Boris, Puecher.
MVP: Ngapeth
NOTE - durata set: 29', 25', 30', 27'; tot: 111'.


Radostin Stoytchev, Head Coach Azimut Modena Volley: “Nel primo set abbiamo sofferto in ricezione e ne ha risentito il nostro gioco, nel secondo abbiamo aggredito da subito Verona e considero questa una vittoria importante, molto importante. Come arriva Modena a domenica? E’ importante come si finirà la gara con Civitanova, non il resto, noi lasciamo da parte tutto, abbiamo rispetto di tutti, ma paura di nessuno. La prestazione di Ngapeth? Earvin può e deve giocare così, se non lo fa lo multiamo (sorride il coach)”


Salvatore Rossini (Azimut Modena Volley): “Era una gara che sapevamo poteva essere complicata, siamo stati bravi a portare a casa la vittoria, dobbiamo essere contenti. Siamo partiti un po’ contratti, poi ci siamo sciolti ed abbiamo trovato il nostro gioco”


Earvin Ngapeth (Azimut Modena Volley): “Era una gara difficile, la prima gara di alto livello fuori casa, abbiamo iniziato così così, poi abbiamo cambiato marcia, era importante vincere oggi anche in vista della gara di domenica con Civitanova”