Tine Urnaut

Modena stravince il match che riapre la corsa al secondo posto contro la Lube. Con un Argenta straordinario che ha magistralmente sostituito Sabbi e Van Garderen per Ngapeth i gialli chiudono la pratica in un’ora e venti minuti, ammutolendo l’ECoach Stoytchev parte con Bruno in regia, Argenta opposto, le bande sono Van Garderen  e Urnaut, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. La Cucine Lube di Medei risponde con la diagonale Christenson-Sokolov, posto 4 Sander-Juantorena, al centro Cester-Candellaro con libero Grebennikov.

Partono con un punto a punto serrato le due squadre, Modena con van Garderen al posto di Ngapeth e Argenta per Sabbi c’è, eccome, 7-5 avanti i gialli. Non molla nulla la Lube, si arriva al 9-9. Si continua con il volley di alto livello, Modena e Civitanova sbagliano poco, 13-13. Lo straordinario muro a uno di Bruno su Juantorena porta Modena sul 18-17. L’Azimut arriva al 23-22 grazie ad un ottimo side-out. Urnaut chiude 25-23 il primo parziale a favore di Modena.

Nel secondo set l’Azimut va sul 4-2 con un Urnaut scatenato. Rossini e Grebennikov difendono tutto e anche di più, si va sul 7-6. Cerca e trova i suoi centrali Bruno Mossa De Rezende, Modena va sull’11-10, poi è parità. Holt non sbaglia nulla, Argenta è assoluto protagonista, 15-11. Modena piazza il break e se ne va, 19-14 con Ngapeth che entra per Van Garderen. E’ proprio il francese a portare l’Azimut sul 22-17. Il muro di Modena porta i gialli al 24-20. Argenta chiude 25-21 il secondo set, 2-0 Azimut.

Nel terzo set Modena parte male poi alza i giri del motore, 4-5 e i gialli ci sono. Non molla un pallone l’Azimut, nonostante la Lube abbia migliorato il proprio gioco, 12-11. Urnaut gioca un grande volley, come i suoi compagni, 14-15, poi è ace Holt. Mette la freccia l’Azimut, 19-16 con l’ace del capitano. L’ace di uno straripante Tine Urnaut porta Modena sul 21-17, poi è out la palla di Sokolov. Modena chiude 3-0 un match a senso unico con il 25-19 del terzo set. Modena sale a 45 punti in classifica, a sole due lunghezze dalla Lube, seconda.

 

Coach Stoytchev: “Civitanova davanti a Modena senza Earvin e Sabbi si è trovata con grande pressione addosso, i miei giocatori hanno gestito bene il match, come avevamo programmato, aspettandoli e giocandoci bene le nostre opportunità. Argenta? E’ sempre rimasto concentrato, sono contento per lui e per noi”

Max Holt: “Penso che la vittoria di stasera sia importante, abbiamo giocato bene, senza paura, insieme, questa è tanta roba. Dobbiamo tornare in palestra e lavorare ancora più sodo perché vogliamo assolutamente vincere la Coppa Italia, teniamo i piedi per terra”

Tine Urnaut: “Siamo stati bravi a tenere duro e a reagire, consapevoli che c’erano dei problemi per tanti giocatori, ora la testa va subito alla semifinale di sabatosempre con la Lube. Aver vinto con Civitanova è sicuramente una grande cosa, io sto bene, Modena vive per la pallavolo e sto benissimo, ma ora è il momento di guardare avanti”

Bruno: “Siamo contenti di questa vittoria, è una vittoria importante che ci fa capire ancora una volta che possiamo vincere con tutti. Ora la testa è per sabato prossimo in una partita che sarà molto diversa. La vittoria senza Earvin? Dimostra che abbiamo un grande organico, che siamo uniti e convinti dei nostri mezzi. Il match di oggi non deve illuderci, dobbiamo restare con la testa sul pezzo, con la grinta messa in campo oggi