4890

E’ la Cucine Lube Civitanova la prima finalista della Del Monte Coppa Italia 2018, la squadra marchigiana si è imposta 3-1 sull’Azimut Modena Volley che dopo essere andata avanti 1-0 ha perso Argenta per infortunio, sostituendolo con Giulio Sabbi ancora non al meglio.
L’Azimut parte con Bruno in regia, Argenta opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. La Lube di Medei risponde con Christenson-Sokolov, in banda Juantorena e Kovar, al centro Candellaro-Stankovic, libero Grebennikov.

Partono fortissimo le due squadre, il PalaFlorio è una bolgia, il punto a punto entusiasma, 7-5 avanti Modena. Piazza il break l’Azimut che si porta sul 9-5 con un ottimo side-out e un contrattacco efficace. Resta avanti la squadra di coach Stoytchev, 13-9. Scappa via l’Azimut, 17-11 con Argenta che attacca col 100%. La Lube ruota Sander e Kovar, Modena continua a spingere, 21-12 con ace Holt. L’Azimut va sul 24-15 in un set a senso unico, arriva l’errore di Civitanova, il primo set si chiude 25-17.

Nel secondo set parte ancora forte Modena, 5-3. Non molla nulla la Lube che resta attaccata ai gialli, 9-9. Piazza il break l’Azimut, 13-11 e match tiratissimo. Si infortuna Andrea Argenta, sino ad ora strepitoso, dentro Giulio Sabbi, 17-16. Prima arriva a pari punti, poi mette la freccia la Lube, 20-22. Chiude il set Civitanova 24-26 con l’ace di Christenson.

Il terzo set vede la Lube partire forte poi Modena torna sotto, 5-5. Si continua con la lotta punto a punto, 9-9. C’è Modena, ci sono i tifosi gialloblù, oltre 200 al PalaFlorio, 12-13. Resta avanti Civitanova, si arriva al 19-21. La Lube chiude il set 21-25, si va sull’1-2.

Tiene alti i giri del motore Civitanova anche nel quarto set, Modena non molla nonostante le difficoltà, 3-4. Resta avanti la Lube, 8-11. Scappa la Lube, si arriva al 13-19. Civitanova chiude il set 21-25 e il match 1-3.

Cucine Lube Civitanova - Azimut Modena 3-1 (17-25, 26-24, 25-21, 25-21)

Cucine Lube Civitanova: Christenson 2, Juantorena 13, Stankovic 2, Sokolov 24, Kovar 2, Cester 6, Marchisio (L), Sander 8, Zhukouski 1, Grebennikov (L), Candellaro 10. N.E. Casadei, Milan. All. Medei.

Azimut Modena: Mossa De Rezende 0, Ngapeth E. 18, Mazzone 8, Argenta 9, Urnaut 10, Holt 13, Tosi (L), Rossini (L), Sabbi 2, Franciskovic 0, Pinali 0. N.E. Van Garderen, Ngapeth S., Bossi. All. Stoytchev.

ARBITRI: Puecher, La Micela Sandro.

NOTE - durata set: 24', 32', 29', 27'; tot: 112'.

Radostin Stoytchev (Head Coach Azimut Modena Volley): “La sfortuna per l’Infortunio di Argenta? Quello che conta è il risultato, solo quello, oggi abbiamo perso e i complimenti vanno a Civitanova. Noi facciamo solo le cose per cui ci siamo allenati, non era una variante quella di schierare tre schiacciatori dopo il ko di Argenta. Il primo set e mezzo giocato bene? Conta l’ultimo set, non quelli prima, dobbiamo imparare a giocare anche quando siamo in difficoltà”

Tine Urnaut (Azimut Modena Volley): “La sfortuna? Fino ad oggi non abbiamo certo avuto fortuna con i problemi fisici, potevamo fare qualcosa di più e sfruttare meglio le nostre occasioni, loro hanno alzato il loro livello di gioco e noi abbiamo faticato in cambio palla. E' andata così, ora dobbiamo ripartire”