Se lo prende Modena il big match con Perugia. In un Pala Evangelisti stracolmo Bruno e compagni incantano, giocando un volley di altissimo livello ed imponendosi con un 3-0 che non ammette repliche, agganciando la Sir al secondo posto in classifica. L’Azimut parte con Bruno in regia, Sabbi opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro HoltMazzone, il libero è Salvatore Rossini. Perugia risponde con la diagonale De Cecco-Atanasijevic, in banda Zaytsev e Russel, al centro Podrascanin e Anzani, Colaci è il libero.

Il match inizia ed è subito spettacolo con Modena che va sul 4-2 dopo lo strepitoso salvataggio di Ngapeth. Restano avanti Bruno e compagni, 8-6 con le due squadre che giocano in un PalaEvangelisti che è una bolgia, tantissimi i tifosi al seguito dei gialli. L’ace di Holt fa scappare l’Azimut, 11-6. Rialza immediatamente la testa Perugia, ma Modena non molla nulla, si va sul 15-11. Alza i giri del motore Perugia, fatica in avanti Modena, 16-17 e sorpasso Sir. La squadra di Stoytchev resta nel match, eccome, rialza la testa, controsorpassa e va sul 24-21. Modena chiude il set 25-22, è 1-0 Azimut.

Nel secondo parziale scappa subito la Sir, è 2-6. Il match è equilibratissimo, il livello è alto, 9-9 e Rossini difende tutto. Continua il punto a punto e continuano le magie in ambo i campi, si arriva al 15-17 con Perugia che trova un buon break. Modena raggiunge Perugia e mette la freccia, Bruno gestisce al meglio i suoi, l’Azimut scappa 22-20. Arriva il 24-22 e Argenta va ad alzare il muro dei gialli. Ngapeth spinge fortissimo e chiude il set 25-23 con una diagonale strettissima, 2-0 Azimut al Pala Evangelisti.

Forza tanto Modena anche nel terzo set, si arriva al 6-4 con l’Azimut che continua ad esprimere un volley di alto livello. Sbaglia il contrattacco la Sir, Modena tocca tutti i palloni a muro, per la Sir è durissima, 10-4. Ngapeth e Sabbi sono incontenibili, Modena vola sul 19-14, è Azimut show in quel di Perugia. Modena va sul 23-18 con un side-out implacabile. Una strepitosa Azimut Modena chiude il terzo set 25-21 e 3-0 il match, agganciando proprio Perugia al secondo posto in classifica a 30 punti.

Coach Stoytchev: “Ad inizio gara Atanasijevic ha fatto la differenza al servizio, era normale soffrire, sono stati bravi i miei giocatori a restare lucidi e fare il side-out. Non mi aspettavo un 3-0 così, ma i ragazzi hanno fatto un grande lavoro in allenamento, e stiamo crescendo, si vede. La squadra si inizia a esprimere come voglio, giochiamo da squadra, con ordine e i giocatori che non sono “stelle” trovano lo spazio migliore per esprimersi”

Bruno Mossa De Rezende (Azimut Modena Volley): ”Cerchiamo sempre di migliorare e in questa settimana abbiamo fatto un grande lavoro. Abbiamo fatto quello che ci ha chiesto il coach, abbiamo trovato la regolarità giusta, con pochissimi alti e bassi. Ci stiamo conoscendo sempre di più e la gara di Trento ci ha “dato una mossa” per andare sulla giusta strada”

Daniele Mazzone (Azimut Modena Volley): ”E’ stata una partita in cui abbiamo creduto tanto nel muro-difesa. Il mio ace? Sono felice, ma sono felice soprattutto per come abbiamo reagito agli strappi di Perugia, come quello iniziale di Atanasijevic. Era una gara importante, li abbiamo riagganciati al secondo posto, abbiamo dato un bel segnale”