Earvin Ngapeth
3878

La vince Modena la seconda giornata di ritorno in un match con Sora che non era certo iniziato nel migliore dei modi. Ngapeth piazza 12 ace ed entra nella storia della Superlega, nessuno come lui prima di oggi ne aveva messi a segno così tanti in un match.

L’Azimut parte con Bruno in regia, Sabbi opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini.

La Biosì Indexa Sora risponde con Seganov-Petkovic, Rosso e Nielsen schiacciatori, Mattei e Caneschi centrali, Santucci libero.

Parte forte Sora che tiene bene il ritmo dell’Azimut, si arriva al 7-6 e il PalaPanini spinge forte. Prova a spaccare il set Modena che però ha davanti una Sora che non molla nulla, 14-13 e match tirato. La Biosì resta avanti, 21-22, l’Azimut fatica. Si continua col punto a punto, 25-25. Sora chiude il primo set 25-27.

Il secondo set inizia nel segno di un devastante Earvin Ngapeth che fa la differenza in una lunghissima serie al servizio, 13-5 e Modena pare aver indirizzato il set. Entra Argenta per Sabbi, che pare qualche problema, 20-9. Resta ancora avanti l’Azimut, 24-15 poi è un muro di Mazzone a chiudere il set 25-15, 1-1 nei parziali.

Parte forte l’Azimut nel terzo set, 8-6 con Bruno che trova bene i suoi avanti. Resta avanti Modena grazie a un ottimo side-out, 14-10. Tiene alto il ritmo l’Azimut che scappa sul 18-15. L’Azimut chiude il parziale 25-21, 2-1 nei set.

Nel quarto set Ngapeth al servizio spacca il parziale con una serie impressionante, 8-2. Non molla Sora che resta attaccata al match, 12-7. Va in crisi l’Azimut, Sora si gioca tutto e va sul 13-12. Scappa Modena 19-16 e il PalaPanini spinge. Modena chiude il 25-20 ed il match 3-1.

Radostin Stoytchev (Head Coach Azimut Modena Volley): “Nel primo set abbiamo aspettato fin troppo che loro sbagliassero e non abbiamo sfruttato le nostre possibilità. Nei primi tre set le percentuali di efficienza in contrattacco erano bassissime, dovevamo reagire dopo il primo set e svegliarci. La prestazione di Earvin in battuta è stata decisiva, non solo per i punti che ha fatto ma anche per la tranquillità che ha messo agli altri”.

Mario Barbiero (Head Coach Biosì Indexa Sora): “Abbiamo giocato contro una grande squadra e sapevamo che sarebbe stata durissima, i ragazzi hanno dato tutto in campo, vinto il primo set e giocato un buon volley, non posso che essere soddisfatto della prestazione”

Urnaut (Azimut Modena Volley): "Non abbiamo colto le occasioni che ci siamo creati nel primo set, avevamo una percentuale abbastanza buona in cambiopalla ma non in contrattacco. L’importante è che nel set dopo abbiamo messo una marcia in più"

Argenta (Azimut Modena Volley): "Una bellissima giornata prima di tutto perché abbiamo vinto, fare 3 punti era importante e forse l’unica cosa che contasse veramente"