Guarda come gongolo, guarda come gongolo (con la “g”, s’intende).
Beh, noi di Modena siamo fatti così. Andiamo a Civitanova a sfidare la super Lube. Senza Sabbi. E con Ngapeth a mezzo servizio (anche meno).
Risultato.
3-0 per l’Azimut.
3-0.
Come direbbe il nostro concittadino onorario Vasco Rossi: siamo solo noi.
Cioè a me appartiene il sospetto, che qui felicemente esterno, che altrove certe cose possibili non siano.
Magari esagero, per colpa della euforia. Ma questa impresa, di squadra e di gruppo, ha un enorme valore simbolico.
Penso ai ragazzi meno noti, perché di parlar bene di Bruno o di Holt o di Urnaut sono capaci tutti. Quindi penso ad Argenta, a Mazzone, a Van Gardereen.
Chi ha detto mai che siamo inferiori nell’organico?!?
Poi, lo so, lo so. Sarà molto più importante la semifinale di Coppa Italia, tra meno di una settimana.
Ma, come diceva sempre Vasco, questa è stata una splendida giornata.
Ps. Dopo il 3-0 di Perugia, sotto rete ci fu un terremoto. Se tanto mi dà tanto, ora aspetto la guerra termonucleare.
Ohi, caro Rado e carissima Catia, si fa per scherzare...

Leo Turrini