Emozionante incontro stamane tra Catia Pedrini, presidente di Modena Volley, e Gino Strada, nella nuova sede dell'associazione umanitaria a Milano. Presente all'amichevole chiacchierata natalizia tra i due rappresentanti delle due eccellenze, il giornalista Leo Turrini.

Proprio sollecitato da Turrini, Gino Strada ha dipinto l'Emergency che – si spera - sarà in un ipotetico 2078... “Come immagino Emergency? Spero che si possano raddoppiare o triplicare le nostre risorse per poter fare ancora più progetti. Mi auguro che il modello di lavoro di Emergency, che oggi finalmente riceve grandi apprezzamenti anche a livello internazionale, possa trovare le risorse per passare da una piccola organizzazione ad una grande organizzazione”

Turrini “porta" Gino Strada del volley... “La squadra di Emergency sottorete (Modena Volley, ndr) è reduce da una strepitosa vittoria 3-0 a Perugia…”. Strada: “Sì conoscevo il risultato ma il punteggio non mi piaceva molto perché mi faceva tornare alla mente l'Inter...”

Catia Pedrini, patron di Modena Volley, parla poi del particolare rapporto di amicizia con Strada ed Emergency. “Per me rappresenta veramente tanto, perchè quello che fa Emergency è una attenzione a tutte quelle che sono le vittime della dissolutezza umana. Mi appassiona la forza con cui, prima Gino e sua moglie, ora Gino e sua figlia, stanno convincendo tanta parte del mondo che stanno facendo delle cose per rimediare a quella che è la non cultura della pace…”

"Mi sento molto vicina a questo modalità di rottura di Gino, perché quando vivi e operi in queste realtà sei sempre molto incazzato. E' così quando tutti i giorni mangi e respiri lo strazio, il dolore, la sofferenza, l’assurdità, l’inutilità, la follia umana della guerra e di quello che produce, una situazione che si fatica a trasmettere a chi dalla guerra ha avuto la fortuna di starci sempre lontano”.

Turrini ha poi invitato il numero uno di Modena Volley a far estendere ad altre realtà dello sport italiano la sensibilità che la società modenese ha già manifestato, alle opere le iniziative di Gino Strada. “Ne ho già parlato con il presidente della Fipav… farò quanto possibile anche in Lega. Ho sensazioni positive – ha evidenziato il nostro presidente -. Il volley è uno sport che è portatore di aspetti e valori simili a quelli di Emergency, la rete, nessun contatto fisico, mai nessuna violenza…”

Gino Strada entra poi nel merito tecnico della pallavolo parlando di ruoli e caratteristiche tecniche... Tanto da meritarsi l'invito per una domenica al PalaPanini seduto in panchina al fianco di Stoytchev e Simoni.

"Sarebbe un grande onore per noi – ha ribadito Catia Pedrini - sarebbe l'ospite d’onore. A me piacerebbe organizzare e riempire il Palapanini di ragazzi a cui lui parla con il suo linguaggio schietto e diretto, che credo sia ancora il linguaggio più efficace. Credo che i giovani sentano la verità e l’onesta di chi parla…”

 

SOSTIENI EMERGENCY! CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME