Modena Volley è lieta di annunciare il ritorno di Roberto Ciamarra, che sarà lo Scoutman per le prossime tre stagioni. Roberto Ciamarra, spoletino classe 1982 è stato protagonista a Modena dal 2014 al 2017, tre stagioni durante le quali ha conquistato due Supercoppe Italiane, lo Scudetto e due Coppe Italia. In nazionale Ciamarra ha un palmares altrettanto importante: ha vinto l’argento agli Europei 2015 con la Slovenia e la stessa medaglia nel 2017 con la Germania. Nel volley di oggi numeri e statistiche hanno un ruolo determinante, per questo motivo la Scoutman è divenuto un punto di riferimento prioritario per lo staff delle squadre di alto livello. Oltre a elaborare e fornire i dati allo staff nella preparazione della gara, Ciamarra sarà responsabile delle statistiche, studierà le strategie di gioco avversario ed elaborerà in campo le percentuali di efficacia della squadra, fornendo in tempo reale dati a Coach Velasco e Assistant Coach Cantagalli, che così potranno modificare le scelte durante il match. 

Mi considero molto fortunato perché negli ultimi anni ho lavorato solo con i migliori, sia per quanto riguarda gli staff che i giocatori e poter continuare su questa strada per me è un privilegio assoluto, un regalo non previsto che accolgo con particolare piacere. Mi piace quello che faccio e avere la possibilità di farlo a questo livello e con questi professionisti per me è molto importante. Ritrovo anche un palazzetto che regala emozioni forti e dà sensazioni fuori dal comune. Ritrovo una società che per me è altrettanto importante, c’è profondo rispetto e stima con Catia Pedrini e Andrea Sartoretti, ma anche con il resto dell’ufficio: è un ambiente dove si vive molto bene, di professionisti speciali. Ritrovo una squadra molto diversa rispetto a quella che ho lasciato due anni fa, ma mi piace pensare che avremo la possibilità di scoprirci giorno per giorno e che avremo la curiosità di sfidare le avversarie e chi ha fatto un mercato faraonico. A Modena la pallavolo è qualcosa di speciale, poter svolgere il mio lavoro qui è un onore e ringrazio chi mi ha dato la possibilità di farlo.