Un weekend da ricordare in casa Italia solo per memorizzare gli errori regalati agli avversari e migliorare nelle sfide future… La sconfitta con l’Australia e il 3-2 con il fanalino di coda Korea hanno fatto infatti scivolare gli azzurri fuori dalla zona qualificazione della FinalSix di Lilla. Il ko con gli Aussie è costato il sorpasso per opera della Serbia che nell’ultima giornata di gare del suo girone ha superato la Polonia 3-0 con lottato (25-23 25-23 25-23). Per la squadra di Blengini nulla è precluso, Brasile Polonia e Serbia sono ad una vittoria di distanza e, nel prossimo fine settimana, mentre l’Italia sfiderà le attuali prime tre del torneo, Francia, Usa e Russia, lo scontro diretto tra Brasile e Polonia giocherà a favore della causa italiana. L’Italia però è chiamata a fare bottino pieno….


ITALIA - L’Italia ha stentato sin dalla prima gara, cedendo un set alla Cina, quindi due alla Korea e poi il ko con l’Australia. A Pesare il monte errori, 25, 28, fino ai 35 contro gli australiani. Squadra, quella azzurra, fortemente rivoluzionata rispetto alla sua “base titolare”, tra turnover e infortuni, è mancato. Il top scorer azzurro nella tre giorni è stato Gabriele Maruotti, neo acquisto di Siena, con 48 punti nelle tre gare. Spazio anche A Sabbi, 15 punti nel 3-2 con la Korea, premio “stakanov” a Simone Anzani, in campo da titolare in tutti i 13 set del weekend. A Modena servirà una Italia diversa per puntare alla Final Six.


FRANCIA – Già qualificate alla FinalSix come Paese organizzatore, la nazionale transalpina di coach Tillie non ha fatto sconti e chiude così il 4° weekend di gare con all’attivo 10 vittorie e 2 sconfitte. Ultimo ko il 3 giugno scorso per mano della Cina, al tie break, poi 6 successi in serie. Tre anche nell’ultimo weekend contro Bulgaria, Brasile e Canada. Vittorie utili anche all’Italia perché hanno tenuto a distanza ravvicinata i verdeoro in classifica e a debita distanza (una vittoria in meno) il Canada. La sfida più sentita del weekend è sicuramente stata quella tra transalpini e brasiliani, vinta dagli europei 3-0, trascinati da Earvin Ngapeth (16 punti per lui) contro il Brasile del amico Bruno Mossa Rezende capace di far andare un doppia cifra il solo Wallace (10). Boyer, neo opposto di Verona, resta top scorer dei francesi nel torneo con 132 punti.


STATI UNITI – Grande weekend per gli Stati Uniti che in casa, a Hoffman Estates (Chicago), sotto la guida di Micah Christenson vincono le tre gare in programma con altrettanti 3-0. Superate con autorità Serbia, Polonia e Iran. Sono l’ex Modena Anderson e (l’ormai) ex Perugia Russell i top scorer a stelle e strisce del trittico statunitense. Nel cammino Usa si deve però registrare la tegola dell’infortunio di Thomas Jaeschke, infortunatosi durante il match di Volleyball Nations League contro la Serbia. L’opposto della Calzedonia Verona ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore sinistro. Presente in due sfide, ben 11 punti con la Polonia, a Holt è stato concesso un turno di riposo nella terza sfida in programma con l’Iran (in versione rmaneggiata, a riposo Marouf) congli USA schierati con Jendryk e McDonnell al centro.


RUSSIA – Girone sostanzialmente agevole per la Russia a Ludwigsburg, se si esclude la Germania di Andrea Giani, squadra sempre imprevedibile. La Russia apre con un 3-0 (lottato) contro l’Argentina di Julio Velasco (25-20, 25-20 26-24). I campioni d’Europa in carica aprono il trittico in situazione d’emergenza (soli 12 giocatori a referto). Con il Giappone sono trascinati dalla forza d’urto del solito Muserskiy (18 punti col 72% in attacco), con la Germania arriva un altro 3-0. Top scorer russo è l’opposto Shkulyavichus, 15 punti per lui, si sente il rientro di Volkov,per la prima volta nel torneo la Russia chiude un weekend senza sconfitte.

Classifica parziale: Francia 10v 2s (30p), USA 10v 2s (29p), Russia 9v 3s (28p), Brasile 8v 4s (24p), Polonia 8v 4s (23p), Serbia 8v 4s (20p), Italia 7v 5s (21p), Canada 6v 6s (19p), Giappone 6v 6s (15p),  Germania 5v 7s (17p), Australia 5v 7s (15p), Bulgaria 4v 7s (14p), Iran 4v 8s (13p),  Argentina 2v 10s (9p), Cina 2v 10s (6p), Corea del Sud 1v 11s (5p).

PROGRAMMA 22-24 giugno

Pool 20 Modena: Italia, Francia, Russia, Stati Uniti

22/06 Usa – Francia; Italia – Russia
23/06 Usa - Russia; Italia – Francia
24/06 Francia – Russia; Italia - Usa

Finali 4-8 luglio 
Lille, Francia

SCOPRI QUI COME ACQUISTARE IL TUO BIGLIETTO PER LA VOLLEYBALL NATIONS LEAGUE!