Santiago Orduna

Un PalaPanini con oltre 4500 presenti accoglie la gara tra la Modena di Velasco e la Monza dell’ex Fabio Soli in una sfida dal grande fascino dentro e fuori dal campo. L’Azimut Leo Shoes Modena inizia la gara con Keemink in regia, Zaytsev è l’opposto, le bande Bednorz e Urnaut, al centro Holt e Anzani, il libero è Salvatore Rossini. Monza risponde con Orduna al palleggio, opposto Buchegger, al centro ci sono Beretta e Yosifov, le bande sono Botto e Dzavoronok, il libero è Rizzo. Il match è tirato, punto a punto con Modena che scappa e viene prontamente ripresa, 14-14. Piazza il break Monza, 17-19 e poi chiude il set 22-25. Nel secondo set è ancora l’equilibrio a farla da padrone, 14-15. Resta tiratissimo il parziale ed è 25-24, Monza mette la freccia e chiude il set 26-28. Il terzo set inizia nel segno di Modena, 7-5. Restano avanti i gialli, 14-11. Scappa via Modena che va sul 23-18 e chiude il parziale 25-20. Nel quarto set Modena va sul 9-8. Mette la freccia Monza che va sull’11-15, la squadra di Soli chiude il set 18-25 e il match 1-3. Nel quarto set da registrare l’esordio in Superlega di Matteo Lusetti, classe 2002, che diventa uno dei tre giocatori più giovani a giocare in serie A1 insieme a Andrea Giani e Mattia Taramelli. 

Jacopo Botto (Vero Volley Monza): “Tonight it was very good, I would say. We bring three precious points home from Modena. Perhaps not many expected it, but we really wanted to do well after the defeat in the Challenge Cup against Lisbon. Tomorrow we return to the gym to prepare the return challenge against the Portugueses in which we will try to give our best to redeem ourselves. After tonight's victory we have to rest and focus on the important match that awaits us on Wednesday."