Sir Safety Conad Perugia e Azimut Leo Shoes Modena giocano in un PalaBarton sold-out gara5 di semifinale Playoff dopo le vittorie casalinghe di entrambe le squadre, oggi è il giorno del giudizio, quello in cui si decide chi giocherà la finale con Civitanova. I gialli iniziano la gara con Christenson in regia, Zaytsev è opposto, le bande sono Bednorz e Tillie, al centro giocano Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Perugia risponde con De Cecco al palleggio, opposto Atanasijevic, al centro ci sono Ricci e Podrascanin, le bande sono Leon e Lanza, il libero è Colaci. Partono forte entrambe le squadre, Modena risponde colpo su colpo a Leon compagni, 10-10. Piazza il break Modena con un ottimo Tillie, 15-14 e match infuocato. Strappo Modena con Zaytsev e Bednorz che sono straordinariamente chiamati in causa da Christenson, 21-17. Chiude il primo set l’Azimut Leo Shoes Modena 25-19, è 1-0. 


Nel secondo set entrambe le squadre forzano ancora tantissimo al servizio, 7-5 break gialli. Non si fermano i gialli, Holt e Mazzone sono letali, Tillie perfetto, 14-10. Ancora Modena, ancora Bednzorz che fa malissimo al servizio, ma poi si infortuna ed al suo posto entra Urnaut, 23-18. Entra Hoag che risolleva la Sir, 23-22, poi Perugia mette la freccia, 25-27, è 1-1. Nel terzo set è lotta, su ogni pallone, ad ogni azione, 7-9. Cambia passo l’Azimut, Zaytsev trascina e i compagni lo seguono, 11-11. Torna avanti Perugia, 16-17 e il PalaBarton è una bolgia. Modena reagisce, si appaia a Perugia, mette la freccia e chiude il set 25-23, è 2-1. Nel quarto set è Modena a partire fortissimo, si arriva al 10-6, poi la Sir torna sotto, 12-13. Scappa via Perugia, 20-24 poi è Leon a chiudere il set 20-25. Il tie-break è di Perugia che si impone 15-8.

Micah christenson: “E’ un momento triste ma sono assolutamente orgoglioso di questa squadra e di questa società. In pochi avrebbero creduto a Modena che portava a gara5 Perugia, perdere così fa malissimo, complimenti a Perugia e ribadisco il mio orgoglio nell’appartenere a questa squadra”