Olympiacos Piraeus - Leo Shoes Modena 2-3 (34-32, 17-25, 38-36, 19-25, 15-17)

Olympiacos Piraeus: Stivachtis 0, Finger 22, Petreas 14, Husaj 13, Kokkinakis (L), Aspiotis 1, Voulkidis 12, Tervaportti 6, Koumentakis 1, Rizopoulos 0, Gergye 18. N.E. Papalexiou, Andreadis, Tziavras. All. Munoz Benitez.

Leo Shoes Modena: Anderson 10, Rossini (L), Pinali 20, Bednorz 22, Christenson 6, Bossi 11, Salsi 0, Mazzone 13, Kaliberda 14. N.E. Iannelli, Truocchio, Zaytsev, Holt, Rinaldi. All. Giani.

ARBITRI: Grieder, Varbanov. NOTE - durata set: 40', 24', 43', 26', 21'; tot: 154'.

NOTE - durata set: 40', 24', 43', 26', 21'; tot: 154'.

Atene accoglie l’andata dei sedicesimi di Coppa Cev tra la Leo Shoes Modena di Giani e l’Olympiakos Pireo. La Leo Shoes parte con la diagonale Christenson-Pinali, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Denys Kaliberda, al centro Bossi-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. L’Olympiakos di Munoz Benitez risponde con la diagonale Tervaportti-Finger , al centro Voulkidis-Petreas, in banda Husaj-Gergye, libero Kokkinakis.  Parte forte Modena che trova un sideout pressochè perfetto e vede in Kaliberda il trascinatore dei gialli, 12-11. Piazza il break la Leo Shoes e scappa sul 16-13. I greci non mollano un pallone e restano attaccati a Christenson e compagni, 21-20. Benji Bednorz prende per mano Modena con diagonali strettissime, 22-20. Elia Bossi lavora bene al centro con Mazzone, ma l’Olympiakos alza il ritmo e mette la freccia sino a chiudere il parziale 32-34. Parte alla grande anche nel secondo set la squadra di casa, 5-6. Cambia finalmente marcia la Leo Shoes che va sul 13-10. Comincia ad entrare anche il servizio dei gialli, si va sul 16-11. Spacca il parziale la Leo Shoes, 22-16 con gli attacchi di Pinali e i muri dei centrali che fanno malissimo. Modena chiude il set 25-17, è 1-1. Il terzo set è ancora un punto a punto con le due squadre che arrivano al 19-19 mentre il pubblico aumenta. Il break della Leo Shoes arriva con il servizio perfetto di Micah Christenson, ma a seguire è gioco infinito, si arriva al 33-33. E’ ancora l’Olympiakos a portare a casa il set, 36-38 e 1-2 nei parziali. Modena scappa via nel quarto set, 13-10 e il pubblico greco si scalda sempre di più. I gialli prendono il largo e chiudono 25-19 il set, è tie-break. Modena vince la maratona di Atene 17-15.

Andrea Giani (Leo Shoes Modena): "Stasera è stata una partita difficile in un campo certamente non facilissimo. Ho fatto un po' di turn over e dato la possibilità di giocare a Bossi, Pinali e Kaliberda, perché non possiamo pensare di giocare tutto l'anno con gli stessi sei giocatori. Mi aspettavo questo tipo di partita, dal ritmo serrato e da giocare punto a punto, mi dispiace solo per il primo e il terzo set dove eravamo in vantaggio di diversi punti. Siamo mancati un po' di protagonismo, nel senso che se vuoi chiudere il set lo chiudi, invece abbiamo aspettato gli errori degli altri e abbiamo perso due set ai vantaggi che potevamo portare a casa. Ciò che è importante è aver vinto la partita, e aver visto i ragazzi come Pinali e Kaliberda crescere durante il match, questi cambi saranno fondamentali nel corso del campionato.".