Si è tenuta questo pomeriggio presso la sala stampa del PalaPanini la conferenza di Daniele Mazzone e Paolo Porro dopo la vittoria di Padova e pregara con Lube Civitanova.

Queste le parole di Daniele Mazzone: “I prossimi big match? Civitanova è senza dubbio la squadra più in forma, non ha giocatori fermi per il Covid e può disporre di tutta la rosa senza problemi, Trento è una squadra molto pericolosa sulla carta, ma viste le ultime prestazioni cercheranno sicuramente di cambiare il loro trend negativo contro di noi. Poi c’è Perugia, che è una squadra fortissima, ma abbiamo visto in Supercoppa essere più alla nostra portata rispetto almeno alla stessa Lube. Dall’inizio della stagione ho provato e sto provando tutt’ora a ridefinire la mia battuta, e finalmente credo di aver trovato un equilibrio. Ci sto ancora lavorando: devo diminuire gli errori e aumentare la potenza del servizio cercando di guidare la palla dove voglio io. Nel complesso sono contento di come è iniziata la mia stagione ma non ancora soddisfatto, il rapporto con Giani mi stimola a dare sempre tutto quello che ho”.

“Ho scelto di venire a Modena – spiega Paolo Porro - perché sapevo quanto sono belli i suoi tifosi, durante queste partite mi hanno confermato di essere straordinari, non mi aspettavo di avere questo impatto fin da subito sul pubblico modenese. La Nazionale? Gli Europei sono andati fin troppo bene, almeno fino alla finale, abbiamo giocato una partita un po’ sotto tono e merito agli avversari per aver conquistato l’oro. Com’è stare a Modena? Sicuramente una grande emozione, i miei compagni di squadra mi hanno accolto molto bene. Non mi aspettavo nemmeno di entrare in campo così presto quindi sono veramente felice di aver avuto questa opportunità. Cosa mi aspetto da questa sequenza di big match? Li prepareremo al meglio durante la settimana, una partita per volta, saranno sicuramente dei grandi match”.