Wilfredo Leon

Sir Safety Conad Perugia - Leo Shoes Modena 3-1 (25-21, 18-25, 25-20, 25-19)

Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 0, Leon Venero 32, Podrascanin 7, Atanasijevic 15, Lanza 14, Russo 1, Ricci (L), Zhukouski 0, Colaci (L), Plotnytskyi 0, Piccinelli 0. N.E. Hoogendoorn, Taht, Biglino. All. Heynen.
Leo Shoes Modena: Christenson 3, Anderson 15, Mazzone 3, Zaytsev 13, Bednorz 21, Holt 3, Iannelli (L), Rossini (L), Pinali 1. N.E. Truocchio, Estrada Mazorra, Salsi, Bossi, Kaliberda. All. Giani. ARBITRI: Lot, Puecher.

NOTE - durata set: 28', 27', 26', 29'; tot: 110'.

La Leo Shoes di Andrea Giani parte con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Matt Anderson, al centro Holt-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Perugia risponde con De Cecco in regia, opposto Atanasijevic, in banda Leon e Lanza, al centro Russo e Podrascanin, libero Colaci. Si parte con Perugia che, pronti via, scappa subito grazie a una gestione pressochè perfetta del sideout e del contrattacco. Leon è una furia e gli umbri vanno sul 10-16 indirizzando il parziale. La Sir Safety Perugia chiude 21-25 il primo set nella bolgia del PalaBarton. Nel secondo set è punto a punto spietato con capitan Zaytsev che guida i gialli a testa altissima, un ace di Bednorz da il break alla Leo Shoes, 13-11. Continua a martellare Modena, va in difficoltà Perugia che va sotto 21-16. Modena chiude il parziale 25-18, è 1-1. Nel terzo set è altalena di emozioni poi l’inerzia del set vira su Perugia, 12-16. Perugia scappa e chiude il parziale 20-25. Nel qarto set è ancora la Sir a tenere il pallino del gioco, 6-9. Non si fermano De Cecco e compagni, 13-21. Perugia chiude set e match con l’ace di uno straordinario Leon, 19-25 e 1-3.

Bartosz Bednorz (Leo Shoes Modena): "Sappiamo che giocare con Perugia è così, ancora una volta Leon ha spaccato i set decisivi con le sue battute, in più oggi sono cadute molte palle che potevano essere difese con facilità , dobbiamo lavorare su questo."

Matt Anderson (Leo Shoes Modena): "Nel primo e terzo set abbiamo avuto palle per chiudere e provare a portarci a casa i set, nel quarto non abbiamo scuse, abbiamo mollato. C'è tempo per migliorare, ma sicuramente dobbiamo lavorare tanto."