Luca Vettori

Kioene Padova – Leo Shoes Modena 1-3 (17-25, 23-25, 25-21, 18-25)

Kioene Padova: Stern 16, Vitelli 6, Shoji 4, Volpato 5, Bottolo 15, Wlodarczyk 9, Danani (L); Casaro 1, Merlo. Non entrati: Ferrato, Milan, Canella, Fusaro, Gottardo (L). Coach: Jacopo Cuttini.

Leo Shoes Modena: Petric 16, Stankovic 9, Christenson 3, Karlitzek 9, Vettori 22, Mazzone 8, Gebrennikov (L); Estrada Mazorra 1, Iannelli, Porro, Bossi. Non entrati: Negri, Sala, Sanguinetti (L). Coach: Andrea Giani.

Arbitri: Vagni-Sobrero

Durata: 24’, 31’, 32’, 24’. Tot. 1.51

Spettatori: 502, incasso 5243 euro

NOTE. Servizio: Padova errori 19, ace 6; Modena errori 16, ace 9. Muro: Padova 7, Modena 10. Ricezione: Padova 39% (19% prf), Modena 38% (18% prf). Attacco: Padova 44%, Modena 49%.

MVP: Vettori (Leo Shoes Modena)

 

La Leo Shoes Modena di Andrea Giani vince alla Kioene Arena la settima di andata della Superlega. La Leo Shoes parte con con la diagonale Christenson-Vettori, in banda ci sono Petric e Karlitzek, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Jenia Grebennikov. Padova risponde con Shoji-Stern in diagonale, al centro ci sono Volpato e Vitelli,in banda Wlodarczyk e Bottolo, il libero è Danani.

Il primo set è giocato punto a punto con le due squadre che tengono bene in difesa e ricezione, 11-11. Spacca il set il muro di Modena che con Stankovic e Christenson chiude la porta a Padova, 18-14. La Leo Shoes chiude 25-17 il primo set grazie a un sideout perfetto e un’ottima fase break. Il secondo è all’insegna dell’equilibrio con Modena che risponde colpo su colpo a una Padova determinata, 8-9. Sono Vettori e uno straordinario Grebennikov a prendere per mano Modena che mette la freccia, 13-11. Resta avanti la Leo Shoes che si porta sul 23-21 ancora con Vettori. Moritz Karlitzek chiude il secondo parziale 25-23. E’ un super capitan Christenson quello che continua a far girare a Modena, ma Padova non molla, 7-8. Cambia marcia la Kioene che va sul 12-16. Resta avanti Padova che vola sul 18-23. Chiude il parziale Padova 21-25, è 2-1. Il quarto set inizia nel segno dei gialli, 7-3 con Mazzone e Petric in grande spolvero. E’ ancora una buona Modena quella che crea gioco e punti nel quarto parziale, 15-13. Chiude il set 25-18 la squadra di Giani e vince 3-1 il match.

Moritz Karlitzek: “Era importantissimo vincere qui a Padova e lo abbiamo fatto, c’è stato un momento difficile nel terzo set, ma abbiamo rialzato la testa. Le prossime tre gare con Lube, Trento e Perugia saranno molto difficili, in questa settimana pensiamo a lavorare al massimo e arrivare pronti a questi big match”

Andrea Giani: "Abbiamo fatto una buonissima fase break, fatta eccezione per il terzo set dove comunque ci eravamo costruiti opportunità per recuperare. Vetto è cresciuto molto durante la partita e ci ha dato una grande mano, ora deve migliorare nelle fasi iniziali del match. Al momento possiamo giocare punto a punto con chiunque, speriamo di tornare ad avere più profondità di rosa per aumentare il livello dell'allenamento. Un bilancio? Abbiamo i punti che ci meritiamo."