Sir Sicoma Monini Perugia - Leo Shoes Modena Volley 3-0 (25-23, 25-18, 25-21)

Sir Sicoma Monini Perugia: Ricci 11, Travica, Ter Horst 7, Leon 24, Plotnytskyi 17, Solè 5, Zimmermann, Muzaj 3, Piccinelli, Colaci (L), N.E. Atanasijevic, Sossenheimer (L), Vernon-Evans, Russo. Allenatore: Heynen.

Leo Shoes Modena: Christenson 4, Mazzone 5, Petric 5, Stankovic 4, Vettori 14, Lavia 8, Karlitzek 2, Porro, Rinaldi 1, Buchegger, Grebennikov (L) N.E. Bossi, , Sanguinetti (L), Iannelli. Allenatore: Giani

ARBITRI: Cesare, Rapisarda

NOTE - durata set: 32', 25', 30' Tot: 87'

La Leo Shoes Modena di Andrea Giani incontra Perugia al PalaBarton nella gara di ritorno dei quarti di Champions League. I gialli scendono in campo con maglia listata a lutto in ricordo di Andrea Nannini, storica bandiera del volley modenese e italiano venuto a mancare nella giornata di ieri.

I gialli partono con la diagonale Christenson-Vettori, in banda ci sono Petric e Lavia, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Jenia Grebennikov.

La Sir Safety di Vital Heynen risponde con Travica-Atanasijevic in diagonale, al centro ci sono Solè e Ricci, in banda Leon e Plotnytskyi, il libero è Max Colaci. Parte forte la Sir che si porta avanti, ma Modena reagisce subito, 8-8. Il muro di Vettori su Leon porta la Leo Shoes sul 14-12. Si arriva al 19-19, il set è aperto, il gioco di ambo le squadre non è fluido con tanti errori al servizio. Spacca il parziale Perugia, 21-24 e poi chiude il set 23-25. Il secondo set inizia con Perugia che va sull’8-10. Continua a macinare gioco la Sir, 17-16 con Modena che non molla nulla. Spacca il parziale Perugia che va sul 16-23 con Leon che fa malissimo al servizio. Gli umbri chiudono 18-25 il secondo set, è 0-2. Il terzo set è punto a punto serrato poi è break Perugia, 7-10. Non si fermano Leon e compagni, 12-17. La Sir chiude 21-25 il terzo set, è golden set. La Leo Shoes perde 5-15 e esce ai quarti di Champions League.

Andrea Giani (Leo Shoes Modena): “Abbiamo preso un 4-0, siamo stati in partita un set e mezzo ed è stato un bruttissimo finale di questa serie di partite, mi dispiace perché soprattutto il golden set potevamo giocarcelo meglio. Nel bene e nel male quello che hai fatto il giorno prima conta zero, dobbiamo trovare continuità di gioco e cambiare passo perché Civitanova è una grande squadra come lo è Perugia. Sarà bello e piacevole giocare il quarto di finale playoff, vogliamo e dobbiamo fare il massimo