Leo Shoes PerkinElmer Modena - Vero Volley Monza 3-0 (25-19, 25-22, 25-21)

Leo Shoes PerkinElmer Modena: Mossa De Rezende 1, Ngapeth E. 12, Mazzone 4, Abdel-Aziz 26, Ngapeth S. 9, Stankovic 4, Sanguinetti 0, Gollini (L), Rossini (L). N.E. Sala, Salsi. All. Giani.

Vero Volley Monza: Orduna 1, Davyskiba 12, Grozdanov 1, Grozer 9, Dzavoronok 7, Galassi 6, Gaggini (L), Beretta 2, Federici (L), Katic 0, Karyagin 1. N.E. Calligaro, Galliani. All. Eccheli. ARBITRI: Zanussi, Saltalippi.

NOTE - durata set: 25', 31', 29'; tot: 85'. Spettatori: 2918.

MVP – Nimir Abdel Aziz (Leo Shoes PerkinElmer Modena)

La Leo Shoes PerkinElmer di Andrea Giani vince al PalaPanini con Monza il recupero della prima gara del ritorno di Superlega. Modena parte con la diagonale Brunoi-Abdel Aziz, in banda ci sono Earvin e Swan Ngapeth con Leal e Van Garderen out causa covid, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Monza risponde con Grozer, opposto, e Orduna in diagonale principale, Dzavoronok e Davyskiba in posto 4, Galassi e Grozdanov al centro con libero Federici. Inizia forte la Leo Shoes PerkinElmer che va sul 9-8. Gioca un ottimo volley Modena che con la regia perfetta di Bruno si porta sul 22-16. I gialli chiudono il parziale 25-19. Nel secondo set è ancora Modena a scappare via, ma Monza si rialza subito, 12-12. Non si fermano i gialli, con Abdel-Aziz e Ngapeth sugli scudi, 20-17. La Leo Shoes PerkinElmer chiude il parziale 25-22, è 2-0. Il terzo set parte con punto a punto serrato, 5-5. Spinge forte Modena che va sul 15-12 dopo un’altra serie al servizio di Abdel-Aziz. Modena chiude 25-21 il terzo parziale e 3-0 il match. 

Swan: "Emozionante partire dall'inizio, ero ancor più carico perchè avevo mio fratello al fianco. Sapevamo delle assenze ma sapevamo anche di poter vincere, abbiamo lavorato tanto rispetto alla partita dell'andata e molti meccanismi si sono consolidati. La pressione? Non sentivo la pressione di sbagliare, avevo solo molta voglia di vincere"

Giani: "Siamo cresciuti tanto e abbiamo imparato a calarci in tante situazioni, con molte soluzioni per prenderci il punto anche all'interno delle difficoltà di una partita. Era una partita difficile, non tanto per le assenze ma per le difficoltà nell'allenarci: i ragazzi però mi hanno dato risposte straordinarie. Avevamo perso una battuta al salto forte ma abbiamo trovato comunque i break dalle float e dal muro-difesa: bellissimo vedere l'atteggiamento e la tranquillità quasi disarmante dei ragazzi, sono veramente contento di quello che stiamo facendo tutti insieme. La situazione è complicata ma noi possiamo controllare il nostro modo di allenarci, e tenere bene in testa i nostri obiettivi"