Si è tenuta questa mattina presso la sala stampa del PalaPanini la conferenza di presentazione delle nuove maglie dei liberi Modena Volley brandizzate Canovi Coperture oltre a quella del neo acquisto gialloblù Jenia Grebennikov e di Nicola Iannelli.

"Questo investimento ha dietro una grande passione - ha spiegato Antonio Carboni, Amministratore Delegato di Canovi Coperture -, la famiglia Canovi è una famiglia di tifosi. Perché la maglia del libero? Per continuità e per concentrare la visibilità su un elemento importante della squadra. La città ha bisogno anche del nostro appoggio sportivo, la serietà e la qualità di Modena Volley sono importanti, paragonabili a quelle delle primissime squadre di calcio. Venire al palazzetto è un vanto, e la pallavolo è importante per lo sport italiano e europeo. Il Covid? La nostra società non si è fossilizzata sul problema, abbiamo fatto qualcosa di diverso, abbiamo costituito una società modenese che si chiama Centro Mascherine Modena, una produzione asettica in camera bianca, una tipologia di lavorazione che hanno pochi in Italia”.

Queste le parole di Jenia Grebennikov: “Sono contento di essere qui, non pensavo che dopo la quarantena ci saremmo trovati a fare le conferenze stampa, è una grande cosa, non vedo l’ora di iniziare la prima partita, abbiamo adrenalina e carica a tutto fuoco. Sono pronto e carico per questa nuova sfida. Avevo voglia di venire qua e aiutare la squadra, Modena è un posto incredibile, fin da bambino sogno in grande, sogno di far parte delle squadre più forti del mondo. Sono stato fortunato perché ho giocato a Civitanova, Trento e ora a Modena. Voglio essere sempre al top per aiutare la squadra a fare il massimo, vincere titoli e divertirmi. L’ambiente è fantastico, ho visto la prima settimana di campagna abbonamenti e quanta gente li ha sottoscritti al buio, una cosa che non ho visto fare da nessuna parte”.

“Allenarsi con Jenia Grebennikov è un’esperienza unica - ha spiegato Nicola Iannelli-. oltre essere il miglior libero del mondo è una persona fantastica, trasmette positività dentro e fuori dal campo, ha sempre tempo per darti un consiglio ed è un piacere allenarsi con una persona che sa trasmettere anche questo, sono caratteristiche essenziali per formare un buon gruppo. Domenica? Siamo felici e emozionati di giocare una partita ufficiale dopo così tanto tempo, la squadra è pronta e carica, non vediamo l’ora di giocare anche al PalaPanini”.