Si è spento oggi Pietro Peia, uomo di straordinario valore, punto di riferimento del volley modenese e figura insostituibile che ha segnato la pallavolo dentro e fuori il PalaPanini.


Pietro Peia è stato procuratore, dirigente e Presidente di Modena Volley, garantendo la sopravvivenza della pallavolo a Modena in prima persona, quella pallavolo che ha amato in modo profondo e viscerale. Con i suoi modi garbati, il suo fare schietto, diretto, mai sopra le righe, Peia è e sarà sempre uno dei simboli del volley, che in lui ha trovato un ambasciatore dalla passione e competenza enormi.


Il Presidente Catia Pedrini e Modena Volley tutta si stringono attorno alla famiglia di Pietro, alla moglie Anna, alle figlie Elisa, Eugenia ed Eleonora, in questo momento di profondo dolore e porge le più sentite condoglianze con le parole del Presidente, Catia Pedrini: “Pietro Peia è stato un grande amico del nostro volley modenese. Di più: nel salutarlo, sento il dovere di ringraziarlo per la sua generosa discrezione. Lui, che era stato un dirigente della grande Panini, aveva coraggiosamente garantito in prima persona la sopravvivenza del club in tempi particolarmente difficili. Ricordo con affetto e commozione la sensibilità con la quale mai mi ha fatto mancare il contributo della sua competenza e della sua passione. Credo che senza la sua dedizione la storia di Modena Volley, la nostra storia, sarebbe stata meno felice e molto meno ricca di successi. Sono vicina alla famiglia in questo momento di dolore e stringo la figlia Elisa, nostra preziosa collaboratrice, in un abbraccio infinito”.