Un Eurosuole Forum con oltre 4mila spettatori accoglie la semifinale di Supercoppa 2019 tra Lube Civitanova e la Leo Shoes Modena di Giani. I gialli partono con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Matt Anderson, al centro Holt-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. La Lube di De Giorgi parte con Bruno-Rychlicki, in banda Leal-Juantorena, Simon-Anzani al centro con Balaso libero. Il primo set inizia nel segno della Lube, Juantorena e compagni vanno sul 7-13 grazie ad una straordinaria gestione del contrattacco e un ottimo sideout. Continua la marcia della squadra marchigiana che fa malissimo anche al servizio con Simon e Leal, 14-19. Non mollano Zaytsev e compagni che si riportano sul 19-21 con una grande serie al servizio di Bednorz poi è 20-21 Anderson. Straordinaria serie al servizio di Bednorz e Holt, 24-22 Modena. Chiude il primo set la Leo Shoes 25-23.

Il secondo set inizia con Modena che ritrova il gioco che ha spaccato il primo parziale, 8-7. Non molla nulla la Luve, 14-14 e set tiratissimo. Piazzano il break i gialli, 20-18 e poi 22-20. Lo straordinario punto di Bednorz dopo un clamoroso salvataggio di Christenson fa impazzire lo spicchio gialloblù, 23-20. La Leo Shoes Modena chiude il secondo set 25-20 con un sontuoso Benji Bbednorz.

Il terzo set è all’insegna dell’equilibrio, 10-10 e sfida di altissimo livello. Piazza il break la Lube, 14-17 avanti i marchigiani. Grande reazione di Modena che torna sotto giocando un grande volley, 22-22. La Lube chiude il parziale 27-29 e si va sul 2-1.

Il quarto set inizia con punto a punto serrato poi è scatto Modena, 15-11. Modena allunga con una progressione senza fine sino al 25-20 che decreta il 3-1 e l’accesso in finale contro la vincente tra Trento e Perugia.

Andrea Giani (Leo Shoes Modena):”In queste gare di così alto livello nei punti iniziali del primo set non si è fluidi: poi abbiamo cominciato ad avere un cambio palla più facile ed il gioco è venuto di conseguenza. Così abbiamo girato il primo set ed abbiamo portato a casa alla fine anche il successo finale”.